,,

Quasi 10 mila minori sarebbero stato abusati in Germania dal 1946 ad oggi: travolta la Chiesa tedesca

Secondo un'indagine sugli abusi sessuali su minori nella Chiesa protestante in Germania, le vittime tra bambini e adolescenti sarebbero oltre 9mila

Pubblicato il:

I casi di abusi sessuali nella Chiesa protestante tedesca a partire dal 1946 sono molti di più di quanto si pensasse fino ad oggi. Lo rivela lo studio ForuM, realizzato da un team indipendente di ricercatori e pubblicato dall’Università di Hannover, secondo il quale sarebbero 9.355 le vittime in Germania tra bambini, bambine e adolescenti, ad aver subito abusi da 3.9347 persone, nel 99,6 per cento dei casi uomini, un terzo dei quali parrocchiani, ossia pastori o parroci.

L’indagine

Numeri che aggravano la portata della piaga sociale della pedofilia in chiesa che ha investito il clero in tutto il mondo e che da anni è oggetto di indagini in Germania come in altri Paesi.

Secondo quanto riportato da AgenSir, l’agenzia di comunicazione della Conferenza episcopale italiana, fino ad oggi la Chiesa protestante tedesca stimava che le vittime di abusi fossero circa 900. Ma la nuova indagine indipendente condotta per la prima volta a livello nazionale attribuisce tutta un’altra dimensione al fenomeno e, secondo i ricercatori, si tratterebbe soltanto “della punta dell’iceberg“.

Abusi su minori, travolta la Chiesa: quasi 10 mila casi in GermaniaFonte foto: ANSA

Installazione artistica di protesta contro gli abusi sessuali nella Chiesa tedesca di fronte alla cattedrale di Colonia

I risultati dello studio

La ricerca si è basata su circa 4.300 dossier disciplinari, 780 fascicoli personali e circa 1.320 altri documenti, a fronte dei 38mila faldoni su sacerdoti e laici della chiesa cattolica analizzati nello studio indipendente Mhg del 2018 su commissione della Conferenza episcopale tedesca.

Il nuovo studio ForuM è stato commissionato nel 2020 dalla Chiesa protestante in Germania (Ekd) ed è costato circa 3,6 milioni di euro. Il team di ricercatori, coordinato da Martin Wazlawik, professore di servizio sociale presso l’Università di Scienze Applicate di Hannover, ha investigato su tutte le chiese regionali così come anche sulle associazioni caritatevoli ‘Diakonie’.

L’indagine è suddivisa in sei sottostudi attraverso i quali sono state esaminate le cause e le caratteristiche degli abusi sessuali. Dai risultati è emerso che gli imputati fossero quasi esclusivamente uomini, dei quali tre quarti erano sposati al momento del primo reato, e che le vittime fossero per il 64,7 per cento maschi e per circa il 35,5 per cento femmine.

Nella maggior parte dei casi di abusi sono stati accertati contatti fisici con le vittime, ma la tipologia degli atti ha riguardato vari crimini: dall’assistenza con contatto fisico pressante non necessaria durante le lezioni di sport alla violenza sessuale tramite penetrazione.

Lo studio a Friburgo

Una delle ultime indagini sulla pedofilia nella Chiesa tedesca, di aprile del 2023, aveva accertato abusi sessuali su circa 540 minori nell’arcidiocesi di Friburgo, per i quali sono stati accusati oltre 250 preti.

La commissione investigativa AG che ha redatto il documento, composta da quattro esperti di magistratura e polizia criminale esterni alla Chiesa, aveva analizzato oltre 400 rilevazioni a partire dal 2019.

abusi-minori-chiesa-tedesca Fonte foto: ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,