,,

Milano, disabile annega in piscina: aperta un'inchiesta

Subito soccorso, il 32enne è deceduto poco dopo il ricovero in ospedale

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Non ce l’ha fatta Davide Duma, il disabile di 32 anni che questo pomeriggio è stato soccorso dopo essere andato in difficoltà in una piscina di Milano, nel quartiere Quarto Cagnino. Il decesso, riferisce l’Ansa, è stato dichiarato pochi minuti prima delle 17.30 all’ospedale San Carlo, dove il 32enne era arrivato in gravissime condizioni dopo essere stato rianimato dai paramedici del 118.

L’uomo era impegnato in una lezione di nuoto assieme ad un gruppo di altre 10 persone disabili. Per motivi ancora da accertare, attorno alle 15 il 32enne si è allontanato di poco dagli altri verso un punto dove non toccava, iniziando ad annaspare e a bere.

Secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri, l’allarme è stato immediato e l’intervento del bagnino rapido, ma una volta riportato fuori dall’acqua, nonostante l’uso del defibrillatore, il 32enne era già in arresto cardiaco.

La Procura di Milano ha aperto una indagine per omicidio colposo a carico di ignoti per far luce sulla tragica morte del disabile. Il pm di turno Antonia Pavan ha disposto l’autopsia e una serie di accertamenti per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Tra i vari i punti da chiarire anche se sia sufficiente un istruttore per corsi con 10 disabili.

Da quanto si è appreso il 32enne era orfano di genitori – aveva una zia – ed era affidato al Comune.

ambulanza Fonte foto: Ansa

Il benessere della tua mente è importante

,,,,,,,,