,,

Messa di Natale anticipata? La Cei si dice pronta a collaborare

Il coprifuoco durante la notte di Natale resterà alle 22. Si pensa a soluzioni alternative per la messa che tradizionalmente si celebra a mezzanotte

Il coprifuoco durante la notte di Natale resterà alle 22 in tutta Italia. Lo ha dichiarato la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, per rispondere a una domanda che in molti si stanno ponendo in queste ore. Soprattutto in merito alla messa di Natale, che tradizionalmente si celebra alla mezzanotte.

Per ovviare all’ostacolo del coprifuoco, si sta valutando la possibilità di anticipare la messa. La Conferenza episcopale italiana si dice pronta a collaborare, “in ascolto reciproco, con la presidenza del Consiglio dei Ministri, il ministero degli Interni e il Comitato tecnico-scientifico”.

La ministra per le Pari Opportunità e della Famiglia Elena Bonetti ha espresso la sua opinione, a “Oggi è un altro giorno”: “Anticipare la messa di Natale non è un tabù. L’importante è che i cattolici possano celebrare questa ricorrenza rispettando però le regole che ci siamo dati”.

“Certamente il tema delle messe è un tema importante – ha sottolineato Bonetti – è un momento importante per noi cattolici, quindi io credo che sia importante permettere alla comunità cattolica di celebrare il Natale. Oggi le messe si celebrano con le regole di sicurezza. Allora, io so già di tante parrocchie che non celebrano la messa a mezzanotte, alcune la celebrano alle dieci, alcune alle undici, altre a mezzanotte già in un regime di normalità. Credo che andranno individuate delle regole, lo si sta facendo”.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-11-2020 22:05

Regioni in zona rossa, arancione e gialla: cosa si può fare Fonte foto: ANSA
Regioni in zona rossa, arancione e gialla: cosa si può fare
,,,,,,,