,,

Fatta a pezzi dalla figlia: sul corpo possibili segni di suicidio

L'autopsia supporta la versione della 37enne, che avrebbe trovato la madre già morta

L’autopsia sul corpo di Loredana Stupazzoni avrebbe fatto emergere segni compatibili con un’impiccagione sul collo della 63enne. Lo rendo noto l’Ansa. Il corpo della donna è stato fatto a pezzi dalla figlia Giulia Stanganini, 37 anni, che l’avrebbe trovata già morta. L’esame autoptico è stato condotto dal medico legale Francesco Ventura insieme al collega Marco Salvi, perito della difesa.

Giulia Stanganini è stata arrestata ieri sera per distruzione di cadavere, ed è indagata per omicidio volontario. La donna ha negato davanti agli inquirenti di aver ucciso la madre. La testimonianza è ora supportata dall’autopsia. Il 27 aprile la 37enne si presenterà davanti al gip Riccardo Ghio per l’interrogatorio di garanzia.

Agli investigatori aveva raccontato di aver trovato la mamma impiccata in cucina, circa 5 giorni fa. Dopo averla messa sul letto, dopo pochi giorni avrebbe iniziato a smembrarla. I resti sono stati buttati nella spazzatura insieme al coltello, altri conservati in sacchi sigillati e nel freezer.

Non è ancora chiaro perché la donna abbia agito in questo modo. Lei stessa avrebbe riferito alle forze dell’ordine di essere depressa e prendere medicinali in seguito anche alla morte del figlio di 3 anni e mezzo, avvenuta lo scorso novembre dopo una crisi respiratoria.

VirgilioNotizie | 25-04-2020 16:13

autopsia-madre-pezzi Fonte foto: Ansa
,,,,,,,