,,

La Russia di Putin minaccia la Nato: quali altri Paesi potrebbero essere coinvolti nella guerra con l'Ucraina

Altri Paesi potrebbero essere coinvolti nella guerra tra la Russia di Putin e l'Ucraina: la minaccia russa alla Nato sugli aerei F-16

Pubblicato il:

Non ci sarebbe solo l’Ucraina nel mirino della Russia di Vladimir Putin: altri Paesi, infatti, potrebbero essere coinvolti nel conflitto. A far temere questo scenario è stato un avvertimento lanciato da Mosca alla Nato.

L’avvertimento di Gavrilov alla Nato

Se la Polonia, la Romania e la Slovacchia dovessero far decollare caccia F-16 dalle loro basi aeree per destinarli alla guerra in Ucraina, la Russia di Vladimir Putin considererà questi Paesi partecipanti al conflitto e adotterà le sue ritorsioni.

Come riportato dall’agenzia di stampa russa ‘Ria Novosti’, il capo della delegazione russa Konstantin Gavrilov ha dichiarato alla Nato in occasione dei negoziati di Vienna sulla sicurezza militare e il controllo degli armamenti: “Avvertiamo che l’utilizzo di questi aerei dal territorio di questi Paesi membri della Nato sarà ritenuto da Mosca come una loro partecipazione al conflitto in Ucraina e costringerà la Russia ad adottare misure di ritorsione“.

L’ipotesi a cui ha fatto riferimento il delegato russo Konstantin Gavrilov è quella per cui, in condizioni di significativa distruzione degli aeroporti nella repubblica post-sovietica, gli aerei F-16 trasferiti all’Ucraina possano decollare dalle basi aeree dei paesi sopracitati.

Quali siano le misure di ritorsione che, in questo caso, potrebbe adottare la Russia contro la Polonia, la Romania e la Slovacchia non è stato specificato. Il einnovato timore, però, è che il conflitto tra Mosca e Kiev possa coinvolgere altre nazioni.

Cosa aveva detto l’Ucraina sugli F-16

Proprio a proposito degli aerei F-16, pochi giorni fa il ministro della Difesa ucraino, Rustem Umerov, in occasione di una conferenza stampa congiunta a Kiev con il suo omologo lettone, Andris Spruds, ha spiegato che l’Ucraina ritiene di ottenere, oltre agli F-16, anche altri aerei da combattimento da poter usare nella guerra contro la Russia. Le sue parole: “Nel breve periodo, ci concentreremo sulle piattaforme F-16. A medio termine analizzeremo anche diverse piattaforme, perché vogliamo essere un passo avanti rispetto al nostro nemico. La questione degli F-16, F-19, F-22, F-25 e altre piattaforme sorge costantemente”.

Vladimir PutinFonte foto: ANSA

Uno scatto dalla conferenza stampa di fine anno di Vladimir Putin.

Il discorso di Putin alla sua Russia

Nel corso della conferenza stampa di fine anno, Vladimir Putin ha parlato al suo Paese e, in merito alla guerra contro l’Ucraina, ha detto che la pace ci sarà quando la Russia avrà “raggiunto i suoi obiettivi”, cioè la “denazificazione” e la “demilitarizzazione” del Paese.

I principali obiettivi, ha spiegato ancora Putin, sono “rafforzare la sovranità della Russia, la sicurezza ai confini e i diritti e le libertà dei cittadini”.

Il presidente russo ha anche sottolineato che nelle trattative tra russi e ucraini a Istanbul, nel 2022, erano stati “concordati i parametri” per una demilitarizzazione dell’Ucraina e, quindi, per una pace negoziata, ma Kiev “ha buttato tutto nel camino”.

 

Vladimir Putin Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,