,,

Guerra in Ucraina, Salvini e i dubbi sulla pace: "Forse a qualcuno conviene far continuare il conflitto"

Il leader della Lega punta il dito contro gli Usa e i vertici dell'Occidente che con le loro parole avrebbero inasprito il conflitto

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La guerra in Ucraina va avanti ormai da due mesi e nonostante i numerosi negoziati il conflitto sembra non essere prossimo a cessare. La data del 9 maggio, quella che i russi hanno ipotizzato possa essere la fine dell’azione militare, si avvicina sempre più, ma ancora sembra non esserci alcun spiraglio per la pace.

Proprio di pace e fine guerra ha parlato il leader della Lega Matteo Salvini, ospite della trasmissione “Dritto e Rovescio” in onda su Rete4.

Salvini e i dubbi sulla pace

Nel corso dell’intervista rilasciata a “Dritto e Rovescio”, in diretta su Rete4, il leader del Carroccio Matteo Salvini ha svelato di aver dubbi su chi vuole la pace, quanto prima, in Ucraina. L’ex ministro, senza giri di parole, ha infatti sottolineato: “Non vorrei che qualcuno avesse una convenienza economica dalla continuazione della guerra. All’Italia certamente non conviene”.

Guerra in Ucraina, Salvini e i dubbi sulla pace: "Forse a qualcuno conviene far continuare il conflitto"Fonte foto: ANSA
Matteo Salvini getta nuovi interrogativi sulla pace in Ucraina

Salvini, rispondendo alle domande del conduttore Paolo Del Debbio, ha quindi spiegato il perché dei sui dubbi: “Alcune parole del presidente Biden o di alcuni leader occidentali sicuramente non aiutano a distendere il clima. Basta un bottone sbagliato, contro l’aereo sbagliato, e rischia di esplodere tutto”.

Salvini e la guerra, la risposta sul conflitto

I primi attacchi in Ucraina sono datati all’alba del 24 febbraio 2022 e oggi, a più di due mesi dai primi missili caduti sul territorio di Kiev, la capitale è stata nuovamente attaccata. Per Salvini rispondere alle bombe con altre bombe non fa altro che far proseguire il conflitto.

Il leader della Lega ha infatti sottolineato che il compito di Europa e Nato non deve essere quello di armare l’Ucraina, ma anzi di trovare una soluzione diplomatica: “Bisogna stare dalla parte della libertà e della democrazia ma anche fare in modo che la guerra non si espanda. Non rispondere ai missili con altri missili, alle bombe con altre bombe”.

Guerra in Ucraina, la previsione di Salvini

“Penso che la pace debba essere un valore comune, abbiamo mandato aiuti economici, militari e umanitari, e stiamo accogliendo donne e bambini” ha spiegato il leader del Carroccio a “Dritto e Rovescio”.

Salvini, preoccupato per la situazione in Ucraina e per i risvolti che potrà avere il conflitto sulle nostre vite per i prossimi anni, ha avvisato: “Sto lavorando per la pace, continuando a rifornire di armi l’una o l’altra parte, rischiamo di lasciare ai nostri figli un mondo nella devastazione”.

dubbi-salvini Fonte foto: ANSA
,,,,,,,