,,

Griselda Blanco, la vera storia della regina dei narcos che ha ispirato la serie Netflix

La più temibile narcotrafficante della storia, Griselda Blanco, protagonista di una nuova serie Netflix

Pubblicato il:

“L’unico uomo di cui ho avuto paura è una donna di nome Griselda Blanco” con questa frase, pronunciata davvero dal re dei narcotrafficanti Pablo Escobar, si apre Griselda, la nuova serie Netflix che ripercorre la storia della donna più potente del Cartello di Medellín, regina colombiana della droga, interpretata dall’attrice Sofia Vergara.

La vera storia di Griselda Blanco, la “madrina della coca”

Griselda Blanco nasce il 15 febbraio del 1943 in una dei quartieri più poveri della città di Cartagena de Indias, in Colombia.

A 11 anni si trasferisce con la famiglia a Medellín dove, abbandonata dal padre e con una madre alcolista, inizia a prostituirsi.

Griselda BlancoFonte foto: IPA
La vera Griselda Blanco

Appena ventenne, Blanco sposa il falsario Carlos Trujillo, da cui ebbe tre figli: Dixon, Osvaldo e Uber. Qualche anno dopo, ucciderà il marito per questioni di denaro.

La vedovanza dura ben poco, Griselda si risposa con Alberto Bravo, noto trafficante di droga, e con lui si trasferisce a New York, entrando fin da subito nell’attività di produzione e spaccio di cocaina di famiglia.

Dagli Stati Uniti Blanco espande il proprio impero in Colombia, collaborando con l’amico di infanzia Pablo Escobar. In poco tempo Griselda diventa una delle figure più importanti del Cartello di Medellín, guadagnandosi il soprannome di “madrina della coca”.

Nel frattempo, finito anche il secondo matrimonio, la donna si risposa con Dario Sepulveda, da cui ha il suo quinto figlio, chiamato Michael Corleone in onore del personaggio de Il Padrino.

Accusata di oltre 200 omicidi

Dopo essersi trasferita in California per questioni di affari, Griselda Blanco fu arrestata e restò in carcere per 20 anni, accusata di oltre 200 omicidi.

Rilasciata nel 2004 Blanco fu rimpatriata in Colombia dove tornò a condurre una vita da libera cittadina.

Nel 2012, all’età di 69 anni, Griselda fu vittima di due sicari, che le spararono mentre stava facendo acquisti in una macelleria a Medellín, dove era tornata a vivere. Fu un regolamento di conti.

Stessa sorte toccata ai figli della “madrina”, tutti assassinati per questioni di regolamentazioni di conti. Tutti tranne Michael Corleone, che vive a Miami dove gestisce la società Pure Blanco, attiva nei settori di moda, film, musica e cannabis.

griselda-blanco-serie-netflix Fonte foto: IPA

Hai bisogno di etichette personalizzate?

,,,,,,,,