,,

Governo, Di Maio contro Salvini. Giallo sul quesito di Rousseau

Per il leader M5s la Lega ha sprecato un'occasione. Polemiche sulla piattaforma di voto online

Luigi Di Maio, dopo aver rivelato che la nascita del nuovo governo dipenderà dal voto su Rousseau, torna ad attaccare Matteo Salvini. Sul quesito nella piattaforma di voto online, intanto, spunta un giallo sull’ordine del Sì e del No.

“In questi giorni Salvini mi aveva proposto di fare il premier per provare a ricucire”, ha detto il leader del M5S Luigi Di Maio in un’intervista a Class CNBC. “Io credo che Giuseppe Conte sia il premier migliore che l’Italia possa avere in questo momento e penso che la Lega abbia avuto l’occasione di governare con noi e ha deciso di sprecare un’occasione storica. Io adesso guardo avanti, a un governo nel quale, se saranno rispettate i temi e i programmi, potremo fare bene per l’Italia“.

“A noi è sempre stato a cuore il bene degli italiani, non siamo né di destra né di sinistra e abbiamo sempre detto, chi ci sta a portare avanti i temi per aiutare i cittadini, è il benvenuto”, ha proseguito Di Maio.

“Se nasce un Conte bis“, secondo le parole del leader M5s, “nasce perché abbiamo nel programma di governo i temi che interessano alle persone, e non dobbiamo assolutamente approssimarli o annacquarli. Devono essere obiettivi ben precisi. Si vuole il taglio dei parlamentari, si o no? Si vogliono revocare le concessioni autostradali a quei concessionari che hanno fatto crollare il ponte Morandi? Si vuole a livello europeo chiedere maggiore spazio di bilancio per dare alle famiglie gli aiuti che servono a fare piu’ figli? Queste sono le cose che mi interessano”.

Il giallo del quesito su Rousseau

“Sei d’accordo che il MoVimento 5 Stelle faccia partire un Governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte? SI. NO”, questa la scheda sulla quale domani, dalle 9 alle 18, 115.372 iscritti al M5S saranno chiamati a scegliere se dare il via libera sulla piattaforma Rousseau al governo con i Dem.

L’ordine delle risposte, come riporta Repubblica, prima Sì, poi No, è lo stesso utilizzato per la votazione sul contratto con la Lega. Inizialmente, però, la scheda presentava l’ordine inverso, con il No prima del Sì. Il quesito, inoltre, cita direttamente il partito, mentre nel maggio del 2018 si chiedeva agli iscritti se approvare o meno il contratto del governo del cambiamento.

VIRGILIO NOTIZIE | 02-09-2019 18:01

Governo M5S-Pd, il toto ministri: tutti i nomi Fonte foto: Ansa
Governo M5S-Pd, il toto ministri: tutti i nomi
,,,,,,,