,,

Gli USA hanno confermato di aver sventato un piano del governo indiano per assassinare un leader Sikh

Gli USA hanno ufficialmente accusato il governo indiano di aver tentato di uccidere un separatista Sikh con cittadinanza americana

Pubblicato il:

Tensione tra India e USA. Gli Stati Uniti hanno confermato di aver sventato un piano per uccidere nel loro territorio Gurpatwant Singh Pannun, leader separatista della minoranza Sikh. Dietro al tentativo di omicidio ci sarebbe un funzionario del governo indiano.

Come gli USA hanno sventato l’omicidio

Gli USA hanno ricostruito l’operazione che ha portato a sventare l’omicidio di Gurpatwant Singh Pannun, separatista Sikh con cittadinanza canadese e statunitense che il governo indiano considera un terrorista.

Un funzionario di Nuova Delhi avrebbe commissionato a Nikhil Gupta, narcotrafficante indiano, l’omicidio di Pannun per 100.000 dolalri. Gupta si sarebbe quindi messo in contatto con un sicario per portare a termine l’incarico.

India USA SikhFonte foto: ANSA
Narendra Modi, presidente dell’India

Nel tentativo di trovare qualcuno che fosse disposto a uccidere Pannun, Gupta sarebbe stato intercettato da un agente sotto copertura della DEA, l’agenzia federale che si occupa del traffico di sostanze stupefacenti.

Chi sono i Sikh e perché l’India considera Pannun un terrorista

Pannun è considerato un terrorista dal Governo indiano, in quanto uno dei leader del separatismo Sikh. Si tratta di un movimento politico che fa riferimento alla religione monoteistica Sikh, diffusa in tutto il mondo ma molto radicata nel Punjab, una regione tra India e Pakistan.

Come altri separatisti Sikh, Pannun sostiene la creazione del Khalistan, uno Stato che copra all’incirca l’area geografica del Punjab indiano e di quello pakistano, con alcune differenze a seconda delle correnti.

Nel 2020 il ministero per gli affari interni dell’India lo ha dichiarato terrorista per sedizione e secessionismo, e ha richiesto che l’Interpol emanasse nei suoi confronti una “Red notice”, un mandato di arresto.

La reazione del governo indiano

Il piano del funzionario indiano sarebbe quindi fallito a causa dell’intervento della DEA. Gupta è stato arrestato in Repubblica Ceca ed estradato negli USA, mentre il mandante dell’omicidio non è stato incriminato.

Il governo indiano, accusato direttamente dagli USA di aver architettato il tentato omicidio di Pannun, ha aperto un’indagine interna. È stata però necessaria la sollecitazione sia di Washington che del Canada perché queste verifiche fossero messe in atto.

TAG:

pannun Fonte foto: Getty

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,