,,

Elezioni Roma, bufera per le frasi di Michetti sulla Shoah: il caso

Scoppia la bufera per alcune dichiarazioni su ebrei e Olocausto del candidato del centrodestra a sindaco di Roma

Fanno discutere alcune dichiarazioni sulla Shoah del candidato del centrodestra a primo cittadino di Roma, Enrico Michetti. Il ‘Manifesto’ ha ripreso un articolo del febbraio 2020 a firma dell’avvocato romano su RadioRadio dal titolo “Buonisti per caso o per interesse?” che mette in difficoltà l’avversario di Roberto Gualtieri al ballottaggio del 17 e 18 ottobre per diventare il nuovo sindaco della Capitale. Michetti invoca oggi “unità di tutti contro ogni forma di antisemitismo affinché quello che è accaduto non si ripeta mai più”, ma le sue frasi hanno fatto esplodere un coro di indignazione.

Elezioni Roma, bufera per le frasi di Michetti sulla Shoah: cosa ha scritto

“Ogni anno si girano e si finanziano 40 film sulla Shoah, viaggi della memoria, iniziative culturali di ogni genere nel ricordo di quell’orrenda persecuzione. E sin qui nulla quaestio, ci mancherebbe” scriveva il candidato sindaco voluto da Fratelli d’Italia.

“Ma mi chiedo perché la stessa pietà e la stessa considerazione non viene rivolta ai morti ammazzati nelle foibe, nei campi profughi, negli eccidi di massa che ancora insanguinano il pianeta. Forse perché non possedevano banche e non appartenevano a lobby capaci di decidere i destini del pianeta” si legge nell’articolo firmato da Enrico Michetti.

Elezioni Roma, bufera per le frasi di Michetti sulla Shoah: le reazioni

Un altro candidato sindaco a Roma, Carlo Calenda, ha affidato a Twitter la sua denuncia: “Questo ‘articolo’ di Enrico Michetti è molto più grave delle solite stupidaggini su Roma e del programma inesistente o copiato. Ripetere i luoghi comuni dell’antisemitismo non è tollerabile” ha scritto il leader d’Azione.

Indignazione condivisa con il deputato Pd Emanuele Fiano, che rilancia: “I miei nonni gasati ad Auschwitz erano molto più poveri di lei Michetti, mio zio e mia zia idem, i miei prozii uguale. L’unica eredità che è rimasta a mio padre quando è tornato, sono stati lo scrittoio di mio nonno e un paio di scarpe scamosciate di suo fratello.”

“Spero che ti vergognerai per il resto della tua vita di queste parole. Non ho pietà per adulti, acculturati, che nel 2020 dicano una frase del genere. Non accetterò scuse. Non meritate scuse. Sono le frasi che venivano utilizzate da Goebbels, da Mussolini, da Hitler, nel Mein Kampf, nei Protocolli dei Savi Anziani di Sion.” ha aggiunto Fiano.

Giorgia Meloni ha detto che manderà via chiunque nel suo partito avrà tracce di razzismo o antisemitismo. Può cominciare. P.s. per essere sicuro ho letto il testo sul sito di RadioRadio” ha concluso il deputato Pd.

Elezioni Roma, bufera per le frasi di Michetti sulla Shoah: la replica

Di fronte alle polemiche il diretto interessato è tornato sulle sue parole precisando: “La Shoah è stata unica nella sua disumanità contro uomini e donne che non avevano nessuna colpa, il punto più basso della storia. Ci vuole la massima vigilanza e unità di tutti contro ogni forma di antisemitismo affinché quello che è accaduto non si ripeta mai più, nemmeno sotto altre vesti” ha detto Michetti.

Ricordare altre tragedie della storia non aggiunge o toglie nulla all’Olocausto che rappresenta un unicum che ci deve aiutare a riflettere ed agire contro ogni forma di razzismo e discriminazione. Bisogna puntare sull’educazione alla memoria” è stata la sua replica alle accuse.

VirgilioNotizie | 09-10-2021 20:38

,,,,,,,