,,

Elezioni 2021, come e quando si vota. Gli orari e le regole

Gli orari e le regole da seguire all'interno del seggio elettorale durante le votazioni. Il regolamento aggiornato delle elezioni 2021

Tra amministrative, regionali e suppletive sono 12 milioni in circa 1.168 comuni gli italiani coinvolti dalle elezioni del 3 e 4 ottobre. Vediamo nel dettaglio quando si vota e quali sono le regole secondo la vigente legge elettorale.

Elezioni 2021, gli orari

Le urne saranno aperte nella giornata di domenica 3 ottobre dalle 7.00 alle 23.00 e nella giornata di lunedì 4 ottobre dalle 7.00 alle 15.00.

Elezioni 2021, dove si vota

Per poter votare, l’elettore deve recarsi al seggio esibendo un documento di riconoscimento e la tessera elettorale. Sono ammessi a votare gli elettori iscritti nelle liste della sezione. Oltre a questi sono ammessi a votare nella sezione:
1) coloro che presentano una sentenza della Corte d’appello o della Corte di Cassazione che li dichiara elettori del comune;
2) coloro che presentano una attestazione del sindaco di ammissione al voto;
3) i componenti del seggio;
4) i rappresentanti di lista;
5) gli ufficiali e gli agenti della forza pubblica in servizio di ordine pubblico presso il seggio, anche se iscritti nelle liste di altra sezione del comune;
6) gli elettori non deambulanti, in possesso della certificazione medica, attestante l’impedimento fisico, rilasciata dall’azienda sanitaria locale.

Tutti devono esibire la tessera elettorale, tranne quelli di cui ai numeri 1 e 2. Dei nominativi degli elettori di cui ai numeri 1 e 2 si prende nota nel verbale.

Il presidente può consentire che votino con precedenza rispetto agli altri elettori il sindaco, i funzionari di p.s., gli addetti al servizio elettorale e tutti coloro che nel giorno della votazione svolgono compiti istituzionali.

Se si verificano affollamenti all’ingresso dell’edificio nel quale sono ubicati più seggi elettorali, i presidenti di quei seggi possono dare direttive agli agenti della forza pubblica affinché distribuiscano gli elettori in colonna, a seconda della sezione di appartenenza.

Elezioni 2021, come si svolge la votazione

Il primo passo è la presentazione della tessera elettorale o di altro documento (sentenza o attestazione del sindaco o attestato del sindaco sostitutivo della tessera per una singola consultazione). Dopo l’identificazione, l’elettore, per votare, deve presentare la tessera elettorale.

Lo scrutatore poi consegna la scheda e la matita all’elettore e, in caso di consegna di più schede, invita a non sovrapporle al momento del voto

L’elettore, ricevuta la scheda e la matita, si deve recare in cabina. Dopo aver espresso il voto, deve ripiegare la scheda secondo le linee la- sciate dalla precedente piegatura e restituirle al presidente del seggio.

I divieti: cosa non si può fare in cabina elettorale

In cabina elettorale vige il divieto di introdurre telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.
Pertanto, il presidente di seggio deve invitare l’elettore, prima che si rechi in cabina a votare, a depositare le anzidette apparecchiature delle quali sia in possesso.
Per gli eventuali contravventori al divieto è prevista la sanzione dell’arresto da tre a sei mesi e dell’ammenda da 300 a 1.000 euro.

IL NOSTRO SPECIALE SULLE ELEZIONI 2021

VirgilioNotizie | 02-10-2021 23:30

Elezioni comunali 2021: i probabili nuovi sindaci delle grandi città Fonte foto: ANSA
Elezioni comunali 2021: i probabili nuovi sindaci delle grandi città
,,,,,,,