,,

Guerra Israele-Hamas, ultime news di oggi: aggiornato il conteggio dei morti e dei feriti palestinesi

La guerra tra Israele e Hamas è arrivata al suo 73esimo giorno. Tutte le notizie e gli aggiornamenti in diretta

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Giorno 73 della guerra fra Israele e Hamas. Il bilancio delle vittime palestinesi provocate dal conflitto, secondo quanto riferito dal ministero della Salute di Gaza controllato da Hamas, sarebbe di circa 20mila morti, di cui 7.112 sarebbero bambini. Israele riporta 1.147 morti (cifra rivista al ribasso dall’esercito israeliano) dall’attacco del 7 ottobre.

Si riapre uno spiraglio nelle trattative sugli ostaggi tra il Mossad israeliano e il Qatar, mentre Londra, Berlino e Parigi starebbero continuando le pressioni su Israele per un ‘cessate il fuoco duraturo’ nella Striscia di Gaza.

Dopo la denuncia da parte di Hamas di 90 morti in seguito a un attacco israeliano al campo profughi di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza, l’emittente al-Jazeera ha comunicato che almeno 25 persone sarebbero rimaste uccise in un raid notturno nei pressi del campo profughi di Nuseirat, nella Striscia di Gaza.

Il racconto della giornata

  1. Nuovi scontri in Cisgiordania

    Nella città di Ya’bad, a sud-ovest di Jenin, sono in corso degli scontri “dopo che le forze di occupazione hanno preso d’assalto la città e fatto irruzione nelle case”. Lo riporta ‘Al Jazeera’.

  2. Israele colpisce la Siria dopo i razzi su Golan

    “I carri armati dell’Idf hanno attaccato una postazione militare dell’esercito siriano”, è quanto dichiarato da Israele dopo che alcuni missili arrivati dal territorio siriano hanno colpito Golan.

  3. Usa preoccupati per l'attacco alla Sacra Famiglia di Israele

    Gli Usa hanno comunicato a Israele la loro preoccupazione per l’attacco contro la chiesa della Sacra Famiglia di Gaza nel fine settimana, quando un cecchino ha ucciso due donne.

  4. Israele condanna il video di Hamas: "Azione criminale"

    Non ha tardato ad arrivare il commento di Israele dopo la diffusione di un video con tre ostaggi anziani da parte di Hamas: “Il video divulgato oggi da Hamas è un video terroristico criminale e testimonia la crudeltà di Hamas nei confronti di civili molto anziani, innocenti, che necessitano cure. Il mondo deve prodigarsi per far pervenire medicine e accertarsi della salute degli ostaggi”. Lo ha detto il portavoce militare Daniel Hagari, che ha anche rivolto un appello ai tre ostaggi: “Haim, Yoram, Amiram, spero che siate in ascolto. Sappiate che facciamo tutto il possibile per portarvi indietro sani e salvi”.

  5. Anziani come ostaggi: il nuovo video di Hamas

    Hamas ha mostrato un nuovo video in cui si vedono tre anziani tenuti in ostaggio. Uno di loro, il 79enne Chaim Per, è stato sequestrato il 7 ottobre dal Kibbut Nir Oz. Non è dato conoscere l’identità degli altri due ostaggi, né sapere quando sarebbe stato registrato il filmato.

  6. "Contrasteremo la minaccia", l'Ue parla degli Houthi

    “L’interruzione della navigazione internazionale e della sicurezza marittima è inaccettabile e deve cessare. Ci stiamo coordinando con i partner per contrastare efficacemente queste minacce alla pace e alla sicurezza”. È quanto scrive su X Josep Borrell, l’Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera, per condannare “gli attacchi degli Houthi nel Mar Rosso”.

  7. Hezbollah attacca il sistema Iron Dome israeliano

    Hezbollah ha annunciato di aver colpito il sistema della contraerea israeliana, l’Iron Dome. In un comunicato diffuso dalla tv al Manar degli Hezbollah, riferiscono che “Dopo che il nemico ha continuato a sferrare attacchi al di fuori della zona di confine, la Resistenza Islamica (Hezbollah) ha inviato un messaggio di fuoco, sparando contro una piattaforma dell’Iron Dome nella caserma di Kabri, vicino all’insediamento di Naharia”. Aggiungono inoltre: “La resistenza non tollererà nessun altro tentativo del nemico di continuare la sua aggressione contro il territorio libanese al di fuori dell’area delle operazioni militari al confine”.

  8. Hamas svela le ultime cifre su morti e feriti della guerra a Gaza

    Il ministero della Sanità di Hamas ha annunciato che, secondo le ultime stime, le operazioni militari israeliane a Gaza avrebbero causato la morte di 19.453 persone dal 7 ottobre ad oggi. Venerdì scorso ne risultavano 18.800. Contati anche 52.286 feriti.

  9. La denuncia di Save the Children: "Blackout ha reso impossibile distribuire aiuti"

    Secondo l’organizzazione umanitaria Save the Children, il blackout delle comunicazioni di quattro giorni “ha reso quasi impossibile la distribuzione degli aiuti nella Striscia di Gaza”. Nella denuncia, viene chiesto all’autorità internazionale di “garantire un cessate il fuoco immediato e definitivo e al governo di Israele di rimuovere gli ostacoli che hanno reso quasi impossibile una risposta umanitaria adeguata”.

  10. Nave norvegese toccata da oggetto non identificato in Mar Rosso

    La Norwegian Inventor Chemical Tankers ha reso noto che la petroliera norvegese Swan Atlantic, battente bandiera delle Cayman, è stato colpita mentre navigava nel Mar Rosso da “un oggetto non identificato“. La stessa fonte ha precisato che “fortunatamente, i membri dell’equipaggio indiano non sono rimasti feriti e, secondo loro, la barca ha subito danni limitati”. La nave non aveva alcun collegamento con Israele. Una fonte americana ha riferito all’agenzia ‘Reuters’ che il cacciatorpediniere USS Carney ha ricevuto l’allarme lanciato dalla Swan Atlantic e si è diretta verso la nave per soccorrerla.

  11. Antonio Tajani: "Reazione di Israele sia proporzionata"

    Il ministro degli Esteri Antonio Tajani, aprendo la XVI Conferenza delle Ambasciatrici e degli Ambasciatori alla Farnesina, al fianco del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha dichiarato che l’Italia ha “condannato con fermezza l’attacco di Hamas contro vittime inermi che ha ricordato la brutalità nazista dell’Olocausto, ma noi vogliamo anche che la reazione di Israele sia proporzionata, che risparmi la popolazione civile” a Gaza.

  12. Allarme per una nuova esplosione nel Mar Rosso

    Nella mattinata di lunedì si è verificata un’esplosione nel Mar Rosso su una rotta al largo delle coste dello Yemen, già teatro di diversi attacchi al traffico mercantile rivendicati dai ribelli Huthi. Lo hanno reso noto due agenzie di sicurezza marittima. L’agenzia britannica United Kingdom Maritime Trade Operations ha diffuso un allarme riguardante una “potenziale esplosione” nei pressi di una nave in transito nello stretto strategico di Bab al-Mandeb, che divide il Corno d’Africa dalla penisola arabica.

  13. Attacco aereo su campo profughi a Gaza: almeno 25 morti

    Almeno 25 persone sono morte in un bombardamento notturno dell’esercito israeliano nei pressi del campo profughi di Nuseirat, nella Striscia di Gaza. Lo riferisce Al Jazeera, citando giornalisti che operano nella zona. Il campo si trova nella parte centrale della Striscia di Gaza, a nord-est della città di Deir al Balah. Una casa è stata distrutta nell’attacco. Tra le vittime, secondo quanto riporta l’agenzia Wafa, c’è anche una giornalista: si tratta di Haneen Ali al-Qutshan, che lavorava per una radio a Gaza.

  14. Fonti egiziane: israele e Hamas aperti a una nuova tregua

    Fonti della sicurezza egiziana, citate da Haaretz, sostengono che sia Israele sia Hamas sono aperti ad un nuovo cessate il fuoco ma “permane disaccordo sui dettagli”.

  15. La mappa del conflitto
    La mappa del conflitto
  16. Nel 72esimo giorno di guerra tra Israele e Hamas, le forze armate israeliane hanno comunicato la scoperta vicino al valico di Erez con il nord della Striscia di un enorme sistema di tunnel, esteso per 4 km, a soli 400 metri dal valico stesso, con una profondità di 50 metri sottoterra.

    Secondo quanto riferito da Hamas, un attacco israeliano al campo profughi di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza, ha provocato 90 vittime.

     

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,