Mafia, i giovani di Corleone: intelligenza sovrasterà brutalità