,,

Coronavirus, "Veneto rischia zona arancione". L'ira di Zaia

Luca Zaia ha duramente criticato gli assembramenti legati alla movida, parlando del rischio che il Veneto passi in zona arancione

Il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, ha commentato con rabbia la presenza di assembramenti nonostante l’emergenza coronavirus in corso. Zaia, come riporta l’Ansa, ha dichiarato: “Sono imbarazzanti le foto viste in questo ultimo fine settimana delle piazze strapiene di gente, delle scampagnate. Sembra che si viva come non ci fosse un domani. Qui per colpa di pochi, tutti rischiamo di rimetterci”.

Sono molte le foto sui social che ritraggono gli assembramenti nelle città del Veneto. Assembramenti legati alla movida, che Zaia ha così condannato: “Non è che se si rinuncia ad una domenica di spritz, alla ‘castagnata’, cade il mondo”.

Quanto alla classificazione del Veneto in zona gialla, cioè quella meno a rischio, il governatore ha dichiarato: “Se noi dovessimo guardare al sistema ospedaliero siamo in zona gialla senza problemi, ma guardando ad altre situazioni non sono mica così sicuro”.

E in merito all’eventualità di un peggioramento dovuto agli assembramenti e al rischio che il Veneto passi in fascia arancione, per Zaia è una possibilità concreta. “Ci sono due temi da guardare con attenzione per non cambiare di fascia: quello degli ospedali e quello del distanziamento sociale. Il tema sanitario lo gestiamo in questa fase, ciò su cui dobbiamo lavorare è il rispetto del distanziamento sociale”, ha osservato Zaia, che di recente ha ricevuto alcune minacce di morte via mail.

VIRGILIO NOTIZIE | 09-11-2020 14:00

Dpcm, quali Regioni potrebbero cambiare zona di rischio Fonte foto: ANSA
Dpcm, quali Regioni potrebbero cambiare zona di rischio
,,,,,,,