,,

Concessioni balneari, raggiunto l'accordo nella maggioranza. Deroghe e indennizzi, cosa cambia

Accordo nella maggioranza sulle concessioni balneari, via libera all'emendamento del governo al ddl concorrenza

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La maggioranza di governo ha trovato, a fatica, l’accordo sulle concessioni balneari che prevede tra l’altro di rimandare ai decreti attuativi la definizione degli indennizzi per i concessionari uscenti. L’intesa, riporta l’Ansa, è stata raggiunta questa mattina nel corso dell’incontro tra le forze politiche convocato per sciogliere uno dei nodi più controversi del ddl concorrenza.

Concessioni balneari, raggiunto l’accordo nella maggioranza

Dopo l’incontro di questa mattina i partiti della maggioranza hanno raggiunto l’intesa sulla riformulazione dell’emendamento del governo Draghi al ddl concorrenza sullo spinoso nodo delle concessioni balneari.

Il compromesso raggiunto riguarda due questioni critiche che erano emerse: la definizione degli indennizzi per i concessionari uscenti e la possibilità di proroghe. L’accordo sblocca l’impasse sull’approvazione dell’ultimo emendamento rimasto in sospeso per chiudere l’esame sul ddl concorrenza in Commissione Industria al Senato.

Con il via libera della Commissione il disegno di legge sulla concorrenza approderà dunque in Aula lunedì prossimo.

Concessioni balneari, il nodo degli indennizzi

Per quanto riguarda il nodo degli indennizzi ai concessionari uscenti, l’accordo in maggioranza sulle concessioni balneari rimanda la definizione dei criteri per gli indennizzi ai decreti attuativi del governo che arriveranno più avanti.

Sono stati quindi eliminati i riferimenti all’avviamento, al valore residuo dei beni immobili, a scritture contabili e perizia giurata che erano contenuti nella proposta avanzata dal governo Draghi.

Concessioni balneari, raggiunto l'accordo nella maggioranza. Deroghe e indennizzi, cosa cambia

Nella bozza dell’accordo, visionata dall’Adnkronos, si spiega che la “definizione di criteri uniformi per la quantificazione dell’indennizzo da riconoscere al concessionario uscente, posto a carico del concessionario subentrante” sarà regolata dal governo entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge.

Concessioni balneari, possibili deroghe ai Comuni

Il ddl concorrenza pone fine alle proroghe automatiche e generalizzate delle concessioni balneari decise dai vari governi che si sono succeduti negli ultimi anni, in violazione della direttiva europea Bolkestein. E che sono state dichiarate contrarie al diritto comunitario dal Consiglio di Stato.

L’intesa raggiunta prevede però la possibiltà per i Comuni di ottenere deroghe di un anno per la chiusura delle gare rispetto al termine del 31 dicembre 2023 indicato dal Consiglio di Stato.

I Comuni potranno chiedere la deroga però solo in presenza di “ragioni oggettive” legate ad esempio alla “pendenza di un contenzioso o a difficoltà oggettive legate all’espletamento della procedura”. Deroga che comunque non potrà andare oltre il 31 dicembre 2024.

Spiaggia Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,