,,

Cina in crisi: deflazione anche a dicembre, prezzi al consumo scesi del -0,3%. Su gli scambi con la Russia

Continua la crisi della cina: deflazione allo 0,3%, crescono gli scambi commerciali con la Russia

Pubblicato il:

Continua la crisi in Cina. Anche a dicembre il Paese asiatico fa segnare una deflazione dello 0,3%, leggermente minore di quanto previsto. Pesa il crollo degli scambi commerciali con gli USA, mentre crescono quelli con la Russia.

La crisi deflazionistica della Cina

La  Cina a fatto registrare a dicembre un calo dei prezzi al consumo. La deflazione è stata dello 0,3%, leggermente inferiore sia al dato di novembre, lo 0,5%, che a quanto previsto dagli analisti, lo 0,4%.

La deflazione è il fenomeno opposto dell’inflazione. Si tratta quindi di un calo dei prezzi al consumo. È interpretato solitamente come un brutto segno per l’economia, perché sottintende un calo della domanda interna e quindi della ricchezza che le persone sono disposte a spendere per i consumi.

Cina Deflazione crisiFonte foto: ANSA
Incontro tra il presidente russo Putin e quello cinese Xi Jinping

In Cina questo fenomeno è in atto fin dal termine delle restrizioni legate alla pandemia, che sono durate per tutto il 2022. La cosiddetta politica Covid Zero ha rallentato l’economica cinese, causando una deflazione.

In calo anche i prezzi i prezzi alla produzione

Più netto il calo dei prezzi alla produzione, un indicatore dell’andamento dei prezzi che tiene conto soltanto dei beni e del loro costo all’ingrosso, particolarmente significativo per un Paese industriale come la Cina.

Il dato rilevato dall’Istituto nazionale di statistica di Pechino in questo caso è anche peggiore di quanto gli analisti si aspettassero. I prezzi sono infatti scesi ancora del 2,7%, contro le attese del 2,6%. Si tratta comunque di un miglioramento rispetto al -3% di novembre.

Aumentano gli scambi commerciali con la Russia

Una parte della crisi cinese è dovuta alla guerra commerciale con gli Stati Uniti. le esportazioni si stanno riprendendo soltanto negli ultimi mesi, crescendo a dicembre dello 0,2%, netto miglioramento rispetto al -0,6% di novembre.

Sono soprattutto i rinnovati legami commerciali con la Russia ad aiutare la bilancia commerciale cinese. In un anno il dato relativo alle merci comprate e vendute tra i due Paesi ha toccato un aumento del 26,3%.

La Russia si è rivolta alla Cina per sopperire all’impossibilità di importare diversi beni dai propri fornitori occidentali, dopo le sanzioni che hanno limitato le possibilità di commerciare con aziende russe, imposte a causa dell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

ANSA/ALESSANDRO DI MEO Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,