,,

Xi Jinping nel suo discorso di fine anno alla Cina: il controllo di Taiwan è "una necessità storica"

Nel suo discorso di fine anno alla Cina, Xi Jinping ha definito il controllo di Taiwan "una necessità storica". Elogi anche ai rapporti con la Russia

Pubblicato il:

La Cina “sarà sicuramente riunificata“, in quanto il controllo della “madrepatria” è “una necessità storica“. Il discorso di fine anno del presidente cinese Xi Jinping non lascia spazio ad interpretazioni geopolitiche: rivolgendosi alla nazione, il leader comunista ha esortato “tutti i cinesi su entrambe le sponde dello Stretto di Taiwan” a “essere legati da un obiettivo comune e condividere la gloria del rinnovamento della nazione cinese” in vista del 2024.

Cosa ha detto Xi Jinping su Taiwan e Russia

Come sottolineato dal Corriere della Sera, sul tema Taiwan Xi ha usato un tono più duro rispetto a un anno fa, quando si era limitato a definire cinesi e taiwanesi “membri di un’unica famiglia“.

Il leader ha proseguito dicendo che “diversi conflitti proseguono nel mondo” e ha ripetuto che la Cina vuole “lavorare con la comunità internazionale per il bene comune dell’umanità“.

xi-jinping-cina-taiwanFonte foto: ANSA

Uno schermo mostra il Presidente cinese Xi Jinping che pronuncia il discorso di Capodanno per inaugurare il 2024, a Pechino

Ha poi tenuto a ricordare che “di fronte a cambiamenti mai visti in un secolo e a situazioni internazionali e regionali volatili, le relazioni tra Cina e Russia hanno sempre mantenuto uno sviluppo sano e stabile e si sono mosse costantemente nella giusta direzione nel 2023″.

Xi avrebbe anche inviato un messaggio di auguri di fine anno a Vladimir Putin, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Xinhua.

Sul fronte interno

Per quanto riguarda la situazione interna, il presidente ha spiegato che, dopo l’impatto del Covidl’economia della Cina “continua a migliorare”, risultando “più resiliente e dinamica“. La ripresa, a suo avviso, proseguirà anche nel corso del 2024.

In ultima istanza, il segretario generale del partito comunista cinese si è rivolto ai giovani, cui ha assicurato che il governo lavorerà “per offrire loro l’opportunità di avere successo nella propria carriera”.

Per la Cina, la disoccupazione giovanile costituisce un grosso problema socioeconomico: a giugno 2023 il 21,4% dei giovani nella fascia tra i 16 e i 24 anni erano senza lavoro. Da allora, il governo ha deciso di interrompere la pubblicazione di questi dati.

Le tensioni sul versante Taiwan

Poco prima che Xi parlasse alla nazione, un portavoce dell’Ufficio cinese per gli Affari di Taiwan ha definito William Lai, attuale vicepresidente taiwanese nonché candidato del Partito Progressista Democratico, “ostinato lavoratore per l’indipendenza di Taiwan e distruttore della pace nello Stretto”.

Il prossimo 13 gennaio, Taiwan andrà al voto per eleggere il suo nuovo presidente e per rinnovare il parlamento.

cina-xi-jinping-taiwan Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,