,,

Picchia senegalese sulla spiaggia, interviene il figlio di 8 anni

L’uomo si era steso sotto un gazebo, vicino a una coppia con il figlio: è bastato questo a far scattare l’aggressore, calmato dal bambino di 8 anni

Si chiama Mamady Dabakh Mankara il 25enne senegalese insultato e aggredito sulla spiaggia di Castiglione della Pescaia, in provincia di Grosseto. Residente in Italia dal 2016, da oltre un anno lavora in una cooperativa della città toscana che si occupa di ragazzi disabili, regolarmente assunto. La storia è stata raccontata dal Corriere della Sera.

“Mi ha detto che io ero un negro e qui non ci dovevo stare. E poi, dopo alcune parolacce, mi ha tirato un pugno in volto”, ha detto Mankara.

L’episodio, secondo la versione del giovane africano che però ha trovato conferme in numerosi testimoni, sarebbe accaduto sabato sulla spiaggia libera di Castiglione della Pescaia, in un ex stabilimento balneare che oggi ospita colonie di bambini.

Picchia senegalese in spiaggia, il motivo dell’aggressione

Sabato scorso Mankara si è recato in spiaggia. Cercando un posto per ripararsi dal sole ha trovato spazio per sedersi sotto un gazebo. Appena ha poggiato il telo sulla sabbia, però, è stato aggredito da un uomo poco distante, sotto il gazebo insieme alla compagna e al figlio di 8 anni.

Proprio il bambino avrebbe cercato di calmare il genitore dicendogli che c’era posto per tutti. Il padre, infuriato, avrebbe comunque aggredito a pugni Mankara.

Alcuni ragazzi italiani, vedendo la scena, avrebbero cercato di difendere il senegalese senza successo. Così sono stati chiamati i carabinieri.

Mankara è stato accompagnato al pronto soccorso di Grosseto dove è stato giudicato guaribile in sette giorni per ecchimosi e un taglio al labbro. Probabilmente denuncerà l’aggressore.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-08-2020 15:06

castiglione-pescaia-grosseto-senegalese-aggredito-figlio Fonte foto: Ansa
,,,,,,,