,,

Carta di identità elettronica, polemica per la scelta di Salvini

Il vicepremier ha firmato il decreto per i cittadini italiani residenti all'estero, intanto i tempi di attesa in Italia sono biblici.

Matteo Salvini ha firmato il decreto sulle modalità di emissione per la nuova carta di identità elettronica per i cittadini italiani residenti all’estero, suscitando le polemiche di chi sta aspettando da mesi il documento in Italia.

La nuova carta di identità, per chi risiede all’estero, si potrà richiedere attraverso la rete dei Consolati, nei Paesi dell’Unione Europea e in quelli dove si può circolare liberamente, ovvero Svizzera, Principato di Monaco, San Marino, Norvegia, Città del Vaticano, Andorra, Liechtenstein, Andorra).

Predisposto dal vicepremier con il Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, il decreto ha già dato il via alle polemiche per i lunghi tempi di attesa previsti negli uffici comunali in Italia. Sono 10,6 milioni gli italiani che hanno già il nuovo documento elettronico, come riporta Repubblica, ma chi vuole ottenerlo prima della partenza per le ferie estive si prepara a una brutta sorpresa.

Per ricevere la Carta di identità elettronica, infatti, a Milano bisogna aspettare settembre, a Napoli ci vogliono più di due mesi, tre a Torino e a Roma se ne riparla a metà novembre.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-07-2019 10:36

Carta di identità elettronica all’estero, polemica per la scelta Fonte foto: Ansa
,,,,,,,