,,

Bar, ristoranti e parrucchieri: regole per riaprire in anticipo

Alcune attività potrebbero ripartire in anticipo rispetto alla tabella di marcia originale stabilità dal governo, ma con precise regole

Alcune attività come bar, pub, ristoranti, gelaterie e pizzerie (per le quali il 4 maggio è scattato il via libera al servizio di asporto) e parrucchieri, barbieri e centri estetici (che, secondo quanto previsto dal dpcm del 26 aprilem dovrebbero riaprire il 1° giugno) potrebbero ripartire in anticipo rispetto ai tempi inizialmente previsti dal governo. In particolare, la data a cui si pensa è quella del 18 maggio, anche se secondo il ‘Corriere della Sera’ gli scienziati hanno dato il via libera alla riapertura di bar e ristoranti solo dal 1° giugno (alla fine sarà il governo a decidere).

In attesa delle linee guida di sicurezza a cui il governo sta lavorando con le parti sociali, l’Inail e il Comitato Tecnico Scientifico, ‘Il Sole 24 Ore’ ha illustrato alcune delle possibili regole per la riapertura anticipata delle attività sopracitate.

In particolare, per bar e ristoranti appare ormai scontata la regola sul distanziamento tra i tavoli, anche se non c’è ancora chiarezza sulla misura minima di sicurezza (il Lazio pensa a un metro, Bolzano l’ha fissata a 2 metri).

All’ingresso i clienti dovranno trovare le indicazioni sulle regole di comportamento da tenere all’interno dei locali, a partire dall’obbligo di lavarsi le mani e indossare la mascherina).

Nelle attività di ristorazione sono previsti, inoltre, un numero massimo di persone consentite nei locali e corsie differenziate per l’entrata e l’uscita.

Sempre all’interno dei locali ci dovranno essere, poi, anche segnaletiche orizzontali ad hoc, come per esempio quelle per le file alla cassa.

Tra le proposte al vaglio, ci sarebbe anche l’uso di stoviglie monouso al bancone e riutilizzabili ai tavoli, che verranno igienizzati a ogni utilizzo.

La Fipe (Federazione italiana pubblici servizi) ha suggerito di incentivare la prenotazione da parte dei clienti e i pagamenti digitali direttamente al tavolo.

A ogni operatore sarà misurata la temperatura all’inizio del turno di lavoro.

A Bolzano, alla luce dei dati confortanti sull’emergenza coronavirus, bar e ristoranti, ma anche parrucchieri, barbieri ed estetisti, potrebbero riaprire già dall’11 maggio.

Per parrucchieri, barbieri ed estetisti si prevede la possibilità di ricevere un cliente alla volta con l’obbligo di mascherina, guanti e visiera, locali sanificati più volte nel corso della giornata e strumenti sterilizzati dopo ogni trattamento. A Bolzano, inoltre, sarà obbligatorio il controllo della temperatura per clienti e operatori.

VirgilioNotizie | 07-05-2020 08:30

Ristoratori e parrucchieri vogliono riaprire. La protesta Fonte foto: Ansa
Ristoratori e parrucchieri vogliono riaprire. La protesta
,,,,,,,