,,

Viterbo, davanti alla figlia spara alla moglie e poi si uccide

Omicidio-suicidio nel Viterbese dove un uomo di 65 anni ha sparato alla moglie prima di togliersi la vita

Ha sparato alla moglie con un fucile da caccia di fronte alla figlia, prima di togliersi la vita un attimo dopo con la stessa arma. A Castel Sant’Elia, in provincia di Viterbo, un uomo di 66 anni si è suicidato dopo aver ucciso la coniuge, 58enne originaria del comune confinante di Nepi, dove gestiva una tabaccheria insieme alle due figlie. Ad assistere alla scena una delle due, che ha chiamato i carabinieri: la trentenne è ora ricoverata in ospedale per il forte shock subito. Lo riporta ‘Il Corriere della Sera’.

I militari della compagnia di Civita Castellana sono accorsi sul luogo e hanno iniziato rilievi scientifici e accertamenti per ricostruire l’esatta dinamica dell’omicidio-suicidio e avviare le indagini in modo da risalire alle motivazioni del delitto.

Gli inquirenti hanno accertato che il 65enne non era il proprietario del fucile da caccia calibro 12 usato per sparare alla moglie e stanno cercando di capire come sia riuscito a procurarselo.

Secondo le prime ricostruzioni la coppia si stava separando, ma non ci sarebbe stato nessun elemento che avrebbe fatto pensare a questo epilogo.

Gli operatori sanitari intervenuti nella abitazione non hanno potuto fare altro che constatare i decessi.

Sulla vicenda l’amministrazione di Castel Sant’Elia ha voluto scrivere un post su Facebook: “Un dramma che ci coinvolge” si legge “qualcosa di tragico per tutta la nostra comunità. Le parole sono strette, soprattutto nei momenti come questi” scrivono sulla pagina del Comune, dove si esprime cordoglio per le figlie e i familiari.

VirgilioNotizie | 26-09-2021 15:54

Dossier Viminale 2021: quanti e quali sono i reati commessi Fonte foto: ANSA
Dossier Viminale 2021: quanti e quali sono i reati commessi
,,,,,,,