,,

Virus Cina, primo caso di contagio a Hong Kong. Sale l'allarme

Il bilancio delle vittime in Cina a causa del nuovo misterioso virus è salito a 9. Primo caso a Hong Kong

È salito a 9 il bilancio delle vittime in Cina per il nuovo misterioso virus che sta tenendo in apprensione il paese orientale e non solo. I casi accertati in tutto il paese asiatico, come riferito dal vice ministro della Commissione nazionale per la salute Li Bin e riportato da ‘Ansa’, hanno superato i 400. Lo stesso Li Bin ha aggiunto che il nuovo virus, della stessa famiglia della Sars, “può mutare e propagarsi più facilmente“.

Secondo quanto riporta Bloomberg il coronavirus cinese è arrivato a Hong Kong, dove è stato registrato il primo caso di contagio. Il paziente, arrivato da Wuhan con un treno ad alta velocità, si trova in isolamento in ospedale.

Le autorità cinesi hanno confermato che il virus è trasmissibile da uomo a uomo.

La città cinese di Wuhan, epicentro del focolaio del virus, ha esortato tutti a tenersi lontani, cancellando un importante evento del capodanno cinese. Il sindaco Zhou Xianwang ha esortato i residenti a non lasciare la città e i visitatori ad evitarla, in modo da ridurre la possibilità di trasmissione.

Dall’Australia, intanto, è arrivata la notizia di un primo caso sospetto su un uomo, appena rientrato proprio dalla Cina.

Stando a quanto riferito da una fonte federale citata dalla ‘Cnn’, anche le autorità sanitarie degli Stati Uniti d’America si apprestano ad annunciare il primo caso in America del nuovo coronavirus che ha mietuto 9 vittime in Cina. Sarebbe stato registrato nello Stato di Washington.

Anche il ‘New York Times’ ha reso noto il contagio di una persona nello Stato di Washington. Il paziente, che era stato ricoverato per polmonite la scorsa settimana, era stato di recente a Wuhan, la città cinese considerata l’epicentro della diffusione del virus.

Secondo quanto riporta il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), il rischio di importazione in Europa di casi del nuovo virus è passato da “basso” a “moderato”. Oggi la Commissione europea e i rappresentanti degli Stati membri si riuniranno in teleconferenza per discutere degli ultimi sviluppi, delle misure già prese a livello nazionale e di quelle eventualmente da prendere a livello europeo.

Virus Cina, allerta in Italia: il parere degli esperti

Alla luce delle recenti notizie provenienti da Cina, Australia e America, si teme che il misterioso virus che ha provocato la morte di 9 persone in Cina possa espandersi anche in Europa e, quindi, anche in Italia.

Roberto Burioni, accademico e ricercatore nel campo relativo allo sviluppo di anticorpi monoclonali umani contro agenti infettivi, per il magazine Medical Facts ha analizzato l’attuale scenario: “Siccome da Wuhan arrivano in Italia tre voli a settimana, io consiglierei al Ministro della Salute una grandissima attenzione agli aeroporti“.

E poi: “Leggo sui giornali che le autorità europee hanno affermato che il rischio che il virus arrivi in Europa, e in particolare in Italia, è minimo. Io non sono per niente d’accordo con loro, ma spero vivamente di sbagliarmi”.

Diverso, invece, il punto di vista del virologo dell’Università degli Studi Milano Fabrizio Pregliasco. A ‘Adnkronos Salute’ ha detto: “Questi circa 200 casi di polmonite, che magari saranno anche molti di più e potrebbero sbarcare anche in Italia, sono una piccola epidemia, che è stata individuata per tempo e che è ora, per questo, contenibile“.

VIRGILIO NOTIZIE | 22-01-2020 11:39

Virus Cina, sale ancora il numero delle vittime. Nuovo allarme Fonte foto: Ansa
,,,,,,,