,,

Tragedia nel New Jersey, 18enne muore inghiottito da una buca scavata in spiaggia

Una drammatica vicenda si è consumata sulla costa della cittadina di Toms River, dove un ragazzo è stato ritrovato morto sepolto dalla sabbia

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La notizia arriva direttamente dagli Stati Uniti, si tratta di un fatto di cronaca che ha sconvolto buona parte dell’opinione pubblica per i dettagli quasi surreali che sono trapelati in questi giorni.

New Jersey, il giovane Levy Caverley muore in spiaggia sepolto dalla sabbia

La vicenda vede protagonista il 18enne Levy Caverley assieme alla sorella di un anno più giovane. I due ragazzi avevano scavato una buca in spiaggia durante una giornata di relax in riva al mare nella cittadina di Toms River, nello stato del New Jersey.

Quello che, con molta probabilità, era stato pensato come un gioco fatto per passare il tempo, si è però trasformato in una vera e propria tragedia. Il giovane infatti pare essere rimasto sepolto nella buca scavata con la sorella, un solco profondo tre metri.

A nulla è valso l’intervento tempestivo dei soccorsi, dei parenti e dei conoscenti presenti sul luogo. L’episodio è accaduto lo scorso martedì 17 maggio intorno alle 16, orario in cui le forze dell’ordine cittadine e i presidi sanitari della zona sono stati avvertiti. La tragedia si è consumata sulla spiaggia tra East Bonita Way e la vicina East Penguin Way.

Drammatica morte di un 18enne in spiaggia, il racconto dei presenti

La buca scavata da Levy Caverley e da sua sorella sarebbe dunque crollata inghiottendo entrambi. I presenti si sarebbero subito dati da fare per allertare i soccorsi. Nel frattempo, scavando nella sabbia a mani nude, sarebbero riusciti ad estrarre la ragazza che si trovava più in alto rispetto al 18enne. Purtroppo, al momento del ritrovamento del giovane, per i medici accorsi sul luogo non c’era più nulla da fare.

Sconvolta l’intera famiglia del ragazzo: dal loro racconto, tutti assieme stavano trascorrendo una giornata di totale pace, uno stacco dalla frenesia cittadina che si è trasformato in un incubo. Anche i numerosi presenti accorsi in quegli attimi disperati non hanno potuto fare nulla se non assistere impotenti alla tragedia che si era consumata dinanzi a loro.

Uno dei bagnanti che si trovava nei paraggi ha affermato (dichiarazioni riportate da FanPage): “Vado in spiaggia spesso, porto i miei figli, i miei amici e cose del genere non le abbiamo mai viste, è stato pazzesco”.

spiaggia Fonte foto: ANSA

Hai bisogno di etichette personalizzate?

,,,,,,,,