,,

Paraguay, pm di origini italiane ucciso in luna di miele dai narcos: era in spiaggia con la moglie incinta

Un pm paraguaiano, di origini italiane, è stato ucciso in spiaggia da due sicari dei narcos: era in luna di miele con la moglie, incinta

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Marcelo Pecci, un pm paraguaiano di origini italiane, è stato ucciso dai narcos su una spiaggia colombiana mentre era in luna di miele con la moglie, la giornalista Claudia Aguilera. La donna ha raccontato che gli aggressori sono arrivati ​​a riva dal mare a bordo di una moto d’acqua. I due si erano sposati ad aprile, la coppia aspettava un bambino. Pecci aveva 45 anni.

Sicari dal mare: così è morto Marcelo Pecci

Claudia Aguilera, la moglie della vittima, aveva da poco condiviso sui social le foto che ritraevano la coppia nella penisola di Baru, nei Caraibi, a sud della città colombiana di Cartagena.

Il Decameron Baru Hotel, dove alloggiavano, ha spiegato che gli aggressori sono arrivati ​​su una moto d’acqua e hanno sparato alla coppia direttamente in spiaggia.

Spari anche verso un membro della security, che è rimasto illesa.

Il racconto della moglie

L’omicidio è avvenuto martedì 10 maggio. Aguilera, che non è rimasta ferita nell’attacco, ha detto che uno dei due aggressori è sceso dalla moto d’acqua e “senza dire una parola ha sparato a Marcelo due volte, una in faccia e una alla schiena“.

Il ministro degli Esteri e vicepresidente colombiano, Marta Lucia Ramirez, ha detto che le autorità stanno lavorando per chiarire “le motivazioni e autori di questo crimine efferato”.

Un’unità investigativa è stata inviata a Cartagena: saranno integrati funzionari paraguaiani e statunitensi per aiutare a identificare e perseguire gli autori.

hotel pecci colombiaFonte foto: ANSA
Il Decameron Baru Hotel, dove alloggiava Marcelo Pecci con la moglie

Su cosa stava indagando Marcelo Pecci

Pecci era tra i magistrati che aveva condotto la più grande operazione mai diretta dalla magistratura e dalla polizia contro il traffico di droga in Paraguay.

Stava indagando su diversi casi, inclusa una sparatoria a un concerto a gennaio in cui sono stati uccisi un presunto trafficante di droga e la moglie di un calciatore (tra l’altro, aveva anche indagato sul finto passaporto di Ronaldinho).

Il presidente del Paraguay, Mario Abdo Benitez, ha denunciato su Twitter il “vile omicidio” del pm, promettendo di raddoppiare gli sforzi nella lotta alla criminalità organizzata.

Il direttore della polizia nazionale colombiana, il generale Jorge Luis Vargas, ha invece dichiarato come non fosse a conoscenza della presenza di Pecci in Colombia.

Lo ha descritto come una delle persone più sorvegliate in Paraguay da quando “ha indagato su casi di terrorismo internazionale“.

Il Paraguay è il più grande produttore di marijuana del Sudamerica: la coltivazione è ancora illegale e gran parte del raccolto viene contrabbandato in Argentina e Brasile.

pecci Fonte foto: ANSA
,,,,,,,