,,

Torre del Greco, il 19enne Giovanni Guarino accoltellato al cuore: ucciso da due minorenni al luna park

Tragedia a Torre del Greco: durante una serata al luna park si è scatenata una rissa, in cui il 19enne Giovanni Guarino è stato accoltellato al cuore

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Sangue alla festa. Giovanni Guarino, 19 anni, è morto domenica 10 aprile nella zona del quartiere Leopardi di Torre del Greco, a Napoli. Il ragazzo sarebbe stato accoltellato al cuore intorno alle 22:30 da due minorenni durante una rissa al luna park. Sono stati fermati nella notte. Grave l’amico, in prognosi riservata all’ospedale Maresca. Cosa è successo.

Ragazzo accoltellato a Torre del Greco durante una rissa al luna park

Un ragazzo di 19 anni, Giovanni Guarino, è morto domenica 10 aprile dopo essere stato accoltellato al cuore intorno alle 22:30 durante una rissa nel quartiere Leopardi a Torre del Graco, Napoli.

L’amico, un coetaneo che era con lui, è rimasto gravemente ferito: è ricoverato all’ospedale Maresca, dove è stato sottoposto a un delicato intervento.

È in prognosi riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Giovanni Guarino accoltellato al cuore, fermati due minorenni di Torre del Greco

Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che, raccolte le prime testimonianze, nella notte hanno proceduto a fermare i presunti responsabili dell’omicidio.

Si tratterebbe di due minorenni di Torre Annunziata, entrambi avrebbero 17 anni.

A causare la rissa sarebbero stati futili motivi legati a una festa in corso in un’area dove da alcuni giorni sono montate alcune giostre private.

Chi era Giovanni Guarino: il messaggio sui social del cugino

Tanti i messaggi di solidarietà lasciati sui social da amici e conoscenti di Giovanni Guarino.

La famiglia della vittima, tra l’altro, sarebbe molto conosciuta in città, avendo diverse attività commerciali nella zona del centro cittadino.

Guarino aveva una sorella minore e viveva ai confini tra Torre del Greco ed Ercolano.

“Io e mio marito – ha scritto una donna – passavamo di lì durante quell’orribile macello. Non si capiva nulla, caos totale, ragazzette di 12/13 anni che andavano da un marciapiede all’altro. Abbiamo capito subito che era successo qualcosa di brutto e ce ne siamo andati in fretta. Non è più come una volta, hai paura di mandare i tuoi figli a trascorrere qualche ora con gli amici”.

Povero Giovanni. Era educatissimo, bravissimo. Non si può morire per colpa di qualche ragazzo montato di testa”, uno dei commenti pubblicati sui social.

Tra i commenti spunta anche quello di un parente della vittima: “È mio cugino: un bravissimo ragazzo“.

torre-del-greco Fonte foto: ANSA

Il benessere della tua mente è importante

,,,,,,,,