,,

Napoli, tac con radiazioni ridotte: la scoperta di due ingegnere

Le due ingegnere campane hanno elaborato un protocollo per ridurre le radiazioni emesse dalla tac

Sono due ingegnere cliniche di Napoli, Michela D’Antò e Federica Caracò, ad avere elaborato un protocollo per ridurre le radiazioni emesse dalla tac del 40-60%. Secondo quanto riporta Tgcom24, le due donne, della Fondazione G. Pascale e dell’Università degli studi Federico II, hanno vinto il primo premio dell’Health Technology Challenge grazie al loro lavoro.

Come riferisce Tgcom24, il 44% degli esami radiologici effettuati ogni anno in Italia viene prescritto senza un’effettiva necessità. I più colpiti sono i pazienti affetti da tumore, che vengono sottoposti agli esami durante la fase di diagnosi e nei controlli successivi. Le due ingegnere campane hanno studiato un algoritmo in grado di riprodurre un’immagine chiara e definita, riducendo allo stesso tempo l’esposizione alle radiazioni fino a dimezzarla.

Dopo la vittoria del premio, hanno commentato così il proprio traguardo:

“Risultati che dimostrano l’importanza dell’aggiornamento delle tecnologie esistenti per migliorare le prestazioni degli strumenti radiologici, nell’ottica di assicurare al paziente prestazioni più accurate e minimizzando i rischi possibili derivanti dall’esposizione a radiazioni ionizzanti”.

VirgilioNotizie | 20-05-2019 12:23

Le foto delle due ingegnere Fonte foto: Facebook
Le foto delle due ingegnere
,,,,,,,