,,

Taranto, si taglia con la smerigliatrice mentre lavora: operaio di 53 anni muore dissanguato

Tragico incidente a Taranto, dove un operaio di 53 anni è morto dopo essersi reciso l'arteria femorale con una smerigliatrice. Inutili i soccorsi

Pubblicato il:

Stava utilizzando una smerigliatrice quando si è tagliato ed è morto dissanguato. La vittima dell’ennesimo incidente sul lavoro è un operaio di 53 anni originario di Sava. Era dipendente di una ditta metalmeccanica.

La tragedia si è verificata nel corso della mattina di venerdì 5 agosto a Taranto, in un capannone industriale di via d’Annunzio, nei pressi della Vestas.

Operaio morto dissanguato a Taranto: la ricostruzione dell’incidente

Secondo quanto ricostruito, all’operaio è improvvisamente sfuggito il controllo di una smerigliatrice angolare che aveva in azione tra le mani mentre lavorava.

taranto operaio morto smerigliatriceFonte foto: 123RF
Una smerigliatrice in azione

Il disco dell’attrezzo gli è finito contro una gamba provocandogli una profonda ferita che gli ha reciso l’arteria femorale.

Soccorsi immediati ma vani

Nel giro di pochi minuti il 53enne ha perso una grande quantità di sangue. I soccorsi sono scattati immediatamente.

Il personale medico giunto sul posto ha provato a tamponare la grave emorragia, ma l’operaio è poi morto in ambulanza durante il trasporto in ospedale. La ferita subita si è rivelata fatale.

Aperte le indagini sulla tragedia

Sul luogo dell’incidente, oltre al 118, sono intervenuti i carabinieri e gli ispettori del Prevenzione e Sicurezza Negli Ambienti di Lavoro (Spesal) per ricostruire l’esatta dinamica della tragedia.

L’obiettivo è accertare anche eventuali responsabilità. Dopo tutte le verifiche, la relazione sul tragico incidente passerà al magistrato di turno.

Morti sul lavoro in Italia, una strage senza fine

Secondo quanto emerge dalle statistiche elaborate dall’Inail, nel 2021 hanno perso la vita sul luogo di lavoro 1095 uomini e 126 donne, con una media di circa tre morti al giorno.

Nel primo trimestre del 2022 si sono già registrati altri 189 incidenti mortali. I settori maggiormente coinvolti nelle tragedie risultano quelli dell’edilizia, della logistica e dell’agricoltura.

Per quanto riguarda le denunce di infortunio, all’Inail tra gennaio e marzo 2022 ne sono state presentate 194.106, con un aumento del 50,9% rispetto allo stesso periodo del 2021.

operaio-taranto-smerigliatrice Fonte foto: iStock
,,,,,,,