,,

Salvini sul voto anticipato: la frase che fa tremare il governo

Se ci saranno le condizioni per il voto anticipato "lo vedremo a breve, anche prima di settembre", ha detto il ministro

“Non è che ci obbliga il buon Dio a stare incollati alle poltrone”. A parlare è il ministro dell’Interno Matteo Salvini, alla fine dell’incontro con le parti sociali al Viminale.

Rispondendo a una domanda di un giornalista, riporta Il Corriere della Sera, il vicepremier ha dichiarato che se dovessero continuare i dissidi all’interno del governo e se ci saranno le condizioni per un voto anticipato “lo vedremo a breve, anche prima di settembre“.

Parlando dell’incontro ha poi commentato: “Oggi abbiamo raccolto idee per l’Italia dei prossimi 20 anni. Se riesco ad applicarle bene, altrimenti o le fa qualcun altro o sicuramente non siamo qua attaccati alle poltrone“. Un’affermazione che fa discutere, a poche ore dal voto sulla Tav, per cui il vicepremier stesso aveva già attaccato il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli.

Nella mattinata, aveva dichiarato in un’intervista a Radio24: “Non voglio regalare agli italiani altri mesi di litigi, polemiche, insulti. Sulla Tav si è perso anno, così come sulla Riforma della Giustizia o sull’Autonomia. Sul taglio delle tasse il dibattito è infinito. Se dovessi ritenere che non c’è più strada, non ne faccio una questione personale, bisogna prenderne atto”, ha detto ancora il ministro dell’Interno”.

VIRGILIO NOTIZIE | 06-08-2019 17:52

salvini12 Fonte foto: ANSA
,,,,,,,