,,

Renzi, che stoccata dalla Berlinguer: "Siamo simpatici ora?"

Scintille in tv durante la presenza dell'ex premier, leader di Italia Viva, nel talk Cartabianca su Rai3

Non guarda in faccia nessuno Bianca Berlinguer che ieri ha sottolineato in maniera polemica il ritorno di Matteo Renzi ospite nella sua trasmissione Cartabianca, in prima serata su Rai3, per parlare dell’emergenza sanitaria ed economica, legata al coronaviurs. La giornalista e il leader di Italia Viva hanno dato vita ad un botta e risposta di spada e di fioretto.

Berlinguer e Renzi, scintille. L’ex premier non si vedeva da tempo a Cartabianca. La sua ultima apparizione nel talk di Rai3 risaliva al 2018. Ecco perchè Bianca Berlinguer nel presentarlo ha sottolineato la sua assenza prolungata: “Pensate, non veniva a Cartabianca da tre anni”. Renzi si è messo sulla difensiva: “non ci avevo fatto caso” ma la giornalista, non paga, continua la sua polemica: “Lei no, io sì. Aveva troppi impegni? E’ una mia curiosità personale, come mai curiosamente viene? Le siamo diventati più simpatici?”.

Ma non finisce qui… Al momento dei saluti la Berlinguer si è tolta ancora il sassolino dalla scarpa: “Speriamo di non rivederla tra tre anni”. Renzi la mette anche lui sull’ironia con un pizzico di speranza: “Speriamo soprattutto che non ci sia una pandemia, noi possiamo pure rivederci tra tre anni, ma che non sia la pandemia a farci rincontrare”.

I motivi del rancore. Forse, come ricostruisce il sito specializzato TvBlog, i dissapori tra i due risalgono al 2016 quando in pieno Governo Renzi, la Berlinguer fu sollevata dalla direzione del Tg, a suo dire a causa di “pressioni sgraziate” e “attacchi sguaiati” da parte di “importanti settori della classe politica”.

Per quanto riguarda il suo intervento, Renzi ha detto, tra le altre cose:  “La politica deve ascoltare la scienza, ma senza nascondersi. Adesso facciamo decidere ai virologi anche come combattere la disoccupazione e la fame nel mondo. La scelta su come gestire la ripartenza spetta alla politica.”

Sulle polemiche per la sua proposta di riaprire il prima possibile le attività, Renzi ha spiegato: “”Abbiamo davanti due anni in cui dovremo convivere col coronavirus. Prepariamoci per tempo. Nessuno vuole riaprire in modo irresponsabile. Iniziamo a dire che gli operai rientrano in fabbrica se hanno le condizioni di sicurezza. L’imprenditore che vuole riaprire dovrebbe pagare ai dipendenti il test per vedere se ha sviluppato gli anticorpi. Poi serve un protocollo non per le riaperture ma per le ‘richiusure’. Se esce un nuovo focolaio, bisogna dare al decisore politico il modo per chiudere subito”.

VirgilioNotizie | 08-04-2020 10:31

Renzi, candidato a Firenze? Credo proprio di sì Fonte foto: Ansa
,,,,,,,