,,

Povertà educativa, il progetto solidale per i bambini del quartiere Ballarò di Palermo

SumUp e Kala Onlus uniscono le forze per i bambini del quartiere Ballarò di Palermo: i dettagli della lotteria solidale

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

361 euro: questa è la spesa media dei Comuni per i servizi educativi della prima infanzia in Sicilia. Una cifra che non raggiunge la metà della media nazionale, che ammonta a 769 euro e solo un bambino su 20 nella fascia 0-2 ha accesso all’asilo nido. Il valore è inoltre inferiore alla media del Mezzogiorno, che si assesta sul 6,7% ed è di circa tre volte più basso della media nazionale (14,5%). A Palermo, poi, solo l’8% delle domande di servizi per l’infanzia – tra asili e ludoteche – viene soddisfatta e sono tante le famiglie che rimangono prive di una rete di supporto per l’educazione dei bambini.

Ed è proprio con l’obiettivo di contrastare la povertà educativa e sostenere le famiglie che SumUp – fintech attiva nel settore dei pagamenti digitali con soluzioni innovative per business di ogni dimensione – sostiene Kala Onlus, associazione che dal 2010 ha aiutato oltre 500 bambini e altrettante famiglie in condizioni di svantaggio economico, fornendo un supporto pedagogico, logistico ed economico, attraverso servizi dedicati all’infanzia e ai genitori.

Il progetto solidale

L’iniziativa comprende una lotteria benefica che coinvolge i dipendenti di tutta Europa, insieme all’impegno della fintech di raddoppiare la somma raccolta in donazioni con lo scopo di sostenere i progetti di Kala Onlus per famiglie bisognose del quartiere Ballarò a Palermo. La cifra complessiva raccolta è destinata all’acquisto di alimenti e materiale scolastico. Non solo: verranno anche finanziate la ristrutturazione di una ludoteca all’interno dell’istituto comprensivo Verga-Nuccio e l’organizzazione di attività ludiche e formative del quartiere. I destinatari sono i circa 40 bambini individuati in situazioni di fragilità socio-economica di età compresa tra i 6 e i 10 anni, con le loro famiglie provenienti da circa 14 paesi.

“Con questa iniziativa benefica, che coinvolge i dipendenti di tutta Europa, SumUp intende ribadire il proprio supporto di azienda internazionale al territorio siciliano e, in particolare, alla città di Palermo: per questo abbiamo scelto di lavorare a fianco di Kala Onlus, che da più di dieci anni si adopera nel quartiere Albergheria, vicinissimo al mercato di Ballarò, a favore di minori svantaggiati e delle loro famiglie”, specifica Marc-Alexander Christ, Co-founder di SumUp. “Le istituzioni, da sole, non sono in grado di esaurire l’aiuto necessario alle persone in situazioni di fragilità economica ed è per questo che SumUp ritiene fondamentale promuovere un progetto solidale il cui scopo è fornire mezzi e risorse concreti a bambini e famiglie palermitani. In questo modo vogliamo contribuire a realizzare città sempre più inclusive in cui trovano spazio l’educazione, la solidarietà e l’assistenza”.

“La nostra associazione è impegnata quotidianamente in prima linea per fare fronte alla dilagante povertà educativa e quella economica in un quartiere di Palermo che, seppur centrale, è molto periferico”. – racconta Rosita Marchese, Presidente di Kala Onlus – “Ricevere il sostegno di SumUp per noi è molto importante perché, oltre alla donazione ricevuta, ci fa capire che il nostro lavoro viene visto, compreso e apprezzato anche al di fuori del contesto in cui operiamo. Questo ci rende orgogliosi e capaci di guardare oltre le quotidiane difficoltà in cui ci imbattiamo. Grazie a SumUp per la sensibilità dimostrata, speriamo di incrociare di nuovo i nostri cammini in futuro”.

La lotteria per aiutare le famiglie di Ballarò: i premi in palio

Tutti i dipendenti SumUp, a livello europeo, hanno la possibilità di donare una cifra a Kala Onlus, partecipando alla lotteria solidale e senza limiti al numero di biglietti acquistati. I premi in palio per i vincitori sono dieci magliette del Palermo Football Club, di cui l’azienda è sponsor ufficiale per la stagione calcistica 2022-2023, personalizzate per SumUp con l’autografo dei giocatori della squadra.

I premi in palio per la lotteria solidale di SumUpFonte foto: Ufficio Stampa SumUp

Della cifra raccolta, successivamente raddoppiata da SumUp, il 40% sarà speso per l’acquisto di pasti e merende, mentre un altro 40% verrà invece utilizzato per permettere ai bambini la possibilità di fruire di attività ludiche e formative tra cui cinema, teatro, eventi sportivi acquistando ingressi e biglietti ma anche fornendo supporto economico agli accompagnatori. Il restante 20% della somma raccolta sarà devoluto alla ristrutturazione di una ludoteca all’interno dell’Istituto comprensivo Verga-Nuccio per acquistare arredi, giocattoli e materiali didattici.

Attiva dal 2010 nel quartiere Albergheria, dove sorge il celebre mercato di Ballarò, Kala Onlus è impegnata in iniziative per il contrasto alla povertà educativa e per il supporto alle famiglie italiane e straniere. Negli anni, si è occupata di circa 5000 famiglie in condizioni di svantaggio economico, tramite supporto pedagogico, logistico ed economico con servizi dedicati all’infanzia e ai genitori con mostre, sportelli per la genitorialità, laboratori, banchi alimentari.

Inoltre, a piazza dell’Origlione – nel cuore di Ballarò – nei locali messi a disposizione dall’Istituto comprensivo Verga-Nuccio ha creato Il Giardino di Madre Teresa, spazio educativo rivolto ai bambini con difficoltà socio-economiche. Durante il periodo natalizio, Kala Onlus lancia il progetti di raccolta fondi Incarta la solidarietà: i volontari, all’interno di negozi convenzionati (come la Rinascente di Palermo) incartano i regali a fronte di una piccola donazione libera per sostenere le attività dell’associazione. SumUp ha inoltre messo a disposizione di Kala Onlus i suoi POS mobili per permettere di ricevere donazioni anche con carte e altri strumenti per i pagamenti digitali così da supportare  nel pieno la raccolta fondi per i progetti dedicati al territorio.

Articolo offerto da SumUp

La lotteria solidale di SumUp e Kala Onlus Fonte foto: Ufficio Stampa SumUp/Kala Onlus
,,,,,,,,