,,

Morte Franco Trinca, procura di Perugia indaga su decesso del biologo no vax: dubbi su esenzione da vaccino

La procura indaga sulla morte del biologo no vax Franco Trinca, per stabilire le cause della morte e fare chiarezza sul certificato di esenzione in suo possesso

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Si muove anche la procura di Perugia per fare chiarezza sulla morte di Franco Trinca, biologo no vax tra i coordinatori del movimento “Uniti per la libera scelta” che raccoglie al suo interno le voci di associazioni contrare alla vaccinazione contro il Covid. Il biologo è morto lo scorso 4 febbraio all’ospedale di Città di Castello in circostanze su cui la procura intende fare chiarezza.

Morte Franco Trinca, acquisite le cartelle cliniche del biologo no vax

Il Corriere dell’Umbria ha reso noto che i carabinieri del Nas hanno acquisito le cartelle cliniche di Trinca, che secondo il referto dei medici sarebbe morto a causa delle complicazioni di una polmonite bilaterale da Covid, che ha poi portato all’arresto cardiaco.

Il biologo Franco Trinca non era vaccinato, e prima di essere ricoverato si sarebbe curato con degli integratori seguendo una terapia da lui ideata. In ospedale ha poi rifiutato di essere intubato in terapia intensiva, e ha chiesto – sempre secondo quanto riporta il Corriere dell’Umbria – di essere curato con steroidi in bolo e vitamina C endovena.

L’ospedale si è però rifiutato di seguire queste indicazioni per ragioni mediche.

Franco TrincaFonte foto: ANSA
Alcuni manifestanti scesi in piazza contro l’obbligo di Green pass hanno ricordato il biologo Franco Trinca

Morte Franco Trinca, l’autopsia e i dubbi sull’esenzione da vaccino

Come riporta l’Ansa, l’autopsia sul corpo di Trinca è stata eseguita a Roma per “verificare l’effettiva causa di morte“, ha riferito la procura di Perugia. In una nota, si legge che il biologo Trinca “era risultato, da altre indagini in corso, destinatario di esenzione dalla somministrazione del vaccino”.

L’autopsia è stata disposta proprio “per comprendere se le situazioni che avevano giustificato l’esenzione fossero effettive e, in caso contrario, se il decesso, eventualmente dipendente da Covid, potesse essere ricollegabile all’omessa somministrazione del vaccino”.

Morte Franco Trinca, ipotesi di reato di omicidio colposo

L’Ansa inoltre conferma che il fascicolo d’indagine è stato aperto per l’ipotesi di reato di omicidio colposo, a carico di noti. Sarà compito della procura di Perugia e dei carabinieri del Nas fare chiarezza sulle certificazioni di esenzione da vaccino rilasciate nei confronti del biologo, e della loro effettiva necessità.

Chi era Franco Trinca

Il biologo no vax Franco Trinca è stato più volte ospite in alcune trasmissioni tv, tra cui Piazzapulita. In una puntata del programma si era anche scontrato con la giornalista Selvaggia Lucarelli sul tema dei suoi rimedi contro il Covid.

Fermo oppositore della campagna vaccinale, Trinca aveva sostenuto fino alla fine l’efficacia dell’idrossiclorochina e dei farmaci con vitamina C, terapie che tuttavia non sono mai state approvate o riconosciute dalle agenzie regolatorie.

carabinieri nas Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,