,,

Mamma partorisce, papà sviene: foto è virale, polemica sui social

Discussioni parallele sull'opportunità per gli uomini di assistere al parto

Oramai anche gli ospedali, oltre alle cliniche, hanno aperto alla possibilità da parte dei futuri padri, di assistere le proprie donne in sala parto. A patto di non fare la fine dell’uomo oramai famoso sul web che è svenuto appena la sua moglie/compagna ha partorito. Il selfie della neomamma e la diffusione della foto in rete hanno fatto il resto facendo diventare la cosa virale. Sui social italiani però l’episodio è stato il pretesto per parlare d’altro. E che ha che fare con la sfera sessuale della coppia.

Nello scatto che circolava da un po’ in rete ma che è diventato virale dopo essere stato condiviso da una importante pagina Instagram americana, si vede la donna sorridente che ha appena dato alla luce suo figlio, ancora distesa sul lettino della sala parto. Accanto a lei c’è un uomo disteso per terra. E’ il padre del neonato che non ha retto all’emozione del parto vissuto in prima fila ed è svenuto. Accanto a lui diverse infermiere lo soccorrono, una di queste ha addirittura il bimbo in braccio.

La foto, diventata ancora più ironica perché tutto lo staff medico sta intorno all’uomo e non alla donna che ha appena superato un travaglio, ha generato migliaia di commenti in tutto il mondo. Anche in Italia soprattutto le donne hanno commentato divertite: “era al fianco di se stesso”, “coraggioso come me”, “i più machi”, “uomo coraggioso”, “situazione classica”, “Non vorrei essere nei suoi panni”, “questo è ciò che capiterà quando nascerà mio figlio” e via così.

Ma, siccome i social sono trasversali, è capitato che quasi contemporaneamente nascesse una discussione parallela, sempre sul parto e sulla presenza degli uomini. Un messaggio in particolare è diventato virale, una donna che a dieci mesi dal parto si sta lasciando con il suo compagno che non riesce a vederla più sessualmente come tale dopo aver assistito al parto.

Il parto è antierotico? Devirilizzante? Queste sono le domande che stanno circolando in queste ore sui social. A chiederselo sono soprattutto le donne che quasi stupite si chiedono come possa un uomo che ha assistito al parto del proprio figlio guardarle in maniera diversa. “Scusate, sarà un limite mio, ma io non riesco proprio a provare empatia per questi uomini che si dicono “traumatizzati” dall’esperienza del parto” si legge tra i commenti; “Volevo dire agli uomini che non sono obbligati ad esserci nel momento del parto ma che se mentre la loro donna sta mettendo alla luce un’altra vita loro pensano solo a quanto sia poco sexy allora non dovrebbero esserci nemmeno nel momento del concepimento”; “Praticamente assistere la tua compagna durante il parto è l’equivalente di una castrazione, buono a sapersi”.

VIRGILIO NOTIZIE | 29-01-2020 15:27

81035520_216528812684473_3986913786153704177_n Fonte foto: Instagram
,,,,,,,