,,

Le attività di Renault in Russia passano allo Stato: l'azienda francese ha ceduto tutte le azioni a Mosca

Le parole dell'amministratore delegato della compagnia, che è posseduta dalla Francia al 15%, lasciano la porta aperta per il futuro

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Renault Russia passa a Mosca.

Lo ha deciso il management del gruppo automobilistico: il 100% delle azioni passano al governo del Paese dell’Europa Orientale insieme a una quota, pari al 67,69%, relativa ad Avtovaz. Quest’ultima è stata ceduta all’Istituto centrale di ricerca e sviluppo automobili e motori di Mosca (Nami).

Per il 15%, Renault appartiene allo stato francese. La compagnia di motori è molto esposta in Russia.

Renault Russia al governo della Russia, le parole dell’amministratore delegato

“Oggi abbiamo preso una decisione difficile ma necessaria; stiamo facendo una scelta responsabile nei confronti dei nostri 45 mila dipendenti in Russia, preservando le performance del gruppo e la nostra capacità di tornare nel Paese in futuro, in un contesto diverso”. Lo ha detto Luca de Meo, amministratore delegato.

“Sono fiducioso – ha continuato – nella capacità del gruppo Renault di accelerare ulteriormente la sua trasformazione e di superare gli obiettivi a medio termine”.

Renault cede le azioni della filiale di Mosca al governo del Cremlino: ma potrebbe tornare in futuro

Nel comunicato stampa diramato dalla società che produce automobili si è accennato anche ad alcune opzioni, che potrebbero permettere a Renault di tornare in Russia in un futuro.

C’è ad esempio un’opzione di riacquisto relativa alla partecipazione in Avtovaz che potrà essere esercitata entro i prossimi sei anni, in determinati periodi.

Le multinazionali via dalla Russia: la scelta di McDonald’s di vendere i ristoranti nel Paese. Fu il simbolo dell’arrivo del capitalismo in Urss

La decisione di Renault arriva contemporaneamente a quanto deciso da McDonald’s. La storica catena di fast food aveva aperto un ristorante a Mosca, nel 1990, quando ancora al governo c’erano i comunisti e la Federazione Russa si chiamava Unione Sovietica.

Un McDonald's in Russia con scritta in cirillico.Fonte foto: ANSA
Un McDonald’s in Russia con scritta in cirillico.

La multinazionale dei panini era diventata un simbolo del trionfo del capitalismo nel Paese che aveva guidato, dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, il fronte anti capitalista. Un elemento decisivo in un quadro di distensione relativo alle vicende della Guerra Fredda.

La marcia indietro del logo con gli archi dorati allora è sorprendente, almeno nella sua portata simbolica: quasi un’allusione al ritorno di tempi più bui e divisivi.

Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin Fonte foto: ANSA
Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,