,,

Le analisi dei Ris nell'auto di Filippo Turetta per l'omicidio Cecchettin, i primi risultati: "Sangue ovunque"

Sono iniziate le analisi nell'auto di Filippo Turetta da parte dei Ris di Parma: tracce di sangue di Giulia Cecchettin ovunque. I primi risultati

Pubblicato il:

Sono partite nella giornata di mercoledì 10 gennaio le analisi del Ris di Parma sull’auto di Filippo Turetta per ricostruire le fasi che hanno portato alla morte di Giulia Cecchettin. Secondo i primi risultati, all’interno della Punto sono state rinvenute numerose tracce di sangue che si concentrano in particolar modo sul sedile posteriore. Dov’è stata uccisa Giulia Cecchettin? Probabilmente la risposta arriverà con le prossime analisi.

Le analisi dei Ris nell’auto di Filippo Turetta

All’interno della Fiat Punto di Filippo Turetta sono state rinvenute numerose e vistose tracce di sangue, specialmente sul sedile posteriore.

Per il momento si tratta dei primi risultati delle analisi che i Ris di Parma stanno effettuando all’interno dell’auto a bordo della quale Turetta ha trasportato Giulia Cecchettin per poi abbandonare il corpo e darsi alla macchia fino in Germania, dove infine è stato catturato.

analisi ris auto turettaFonte foto: ANSA
La strada dove Filippo Turetta ha fermato la sua auto, in Germania. I Ris di Parma sono al lavoro per rilevare le tracce di Giulia Cecchettin, le prime analisi hanno rinvenuto diversi elementi ematici

Oltre alle tracce di sangue, inoltre, i Ris hanno prelevato tutti gli oggetti presenti all’interno dell’abitacolo, sui quali verranno effettuati altri rilievi. Lo riporta ‘Repubblica’.

Per il momento non è chiaro se Giulia Cecchettin sia stata colpita e uccisa all’interno dell’auto o se Filippo Turetta l’abbia uccisa nella zona commerciale di Fossò, dove le telecamere di sorveglianza hanno immortalato la seconda aggressione nonché il momento in cui Giulia Cecchettin è stata caricata in auto e trasportata fino al punto in cui è stato rinvenuto il cadavere.

Come riporta ‘Corriere della Sera’, il pubblico ministero Andrea Petroni incaricherà i Ris di procedere con la bloodstain pattern analysis.

Cos’è la bloodstain pattern analysis

La bloodstain pattern analysis è un esame che aiuta gli inquirenti a ricostruire la morfologia delle macchie di sangue e a individuarne, in questo modo, la loro traiettoria.

I tempi per arrivare ai prossimi risultati potrebbero dunque allungarsi, in quanto la bloodstain pattern analysis prevede una simulazione in laboratorio con il coltello per poter ricostruire la scena del crimine.

Con questo esame gli inquirenti vogliono capire se Filippo Turetta ha ucciso Giulia Cecchettin all’interno dell’auto, ma per il momento non è dato saperlo.

Il femminicidio di Giulia Cecchettin

Giulia Cecchettin era scomparsa da Vigonovo insieme a Filippo Turetta l’11 novembre, e il loro allontanamento era stato oggetto di una grande campagna social e mediatica nella quale si chiedeva a gran voce di condividere l’appello e soprattutto si invitavano i due a fare rientro a casa.

Giulia Cecchettin avrebbe dovuto sostenere la discussione di laurea pochi giorni dopo. I due erano stati legati da una relazione che la ragazza aveva interrotto durante l’estate. Filippo Turetta non si voleva rassegnare, per cui continuava a frequentare la giovane studentessa.

Fino al tragico epilogo: dopo gli appelli e i contorni sempre più chiari di un (allora) presunto femminicidio, il corpo senza vita di Giulia Cecchettin è stato ritrovato accanto la lago di Barcis il 18 novembre, esattamente una settimana dopo la scomparsa. Il 19 novembre Filippo Turetta è stato arrestato in Germania e da subito ha confessato la sua responsabilità nell’omicidio di Giulia Cecchettin.

auto-turetta-analisi-ris-giulia-cecchettin Fonte foto: Instagram / ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,