,,

Il "fantasma di Venezia" fa impazzire il web

Si tratta di una medusa avvistata tra i canali della città dal biologo Andrea Mangoni

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Gli effetti del lockdown, causati dall’emergenza coronavirus, hanno permesso alla natura di riappropriarsi di molti spazi. Così tra i canali di Venezia, ora puliti e trasparenti, sono tornate a nuotare le meduse. Ad immortalare e condividere lo scatto e il video sui social network è stato il biologo Andrea Mangoni che attraverso il suo account Facebook ha scritto: «A volte basta cambiare il proprio punto di vista, per ammirare un fantasma muoversi attraverso i palazzi veneziani. Complice l’eccezionale calma dei canali di Venezia dovuta all’assenza delle imbarcazioni, questa medusa polmone di mare (Rhizostoma pulmo) nuotava nelle acque trasparenti vicino al ponte dei Bareteri, e sembrava scivolare attraverso il riflesso dei palazzi, incredibilmente immobile».

Le immagini sono state commentate anche dal professore del Dipartimento di Scienze biologiche dell’Università di Bologna, Attilio Rinaldi, che all’agenzia di stampa Reuters ha dichiarato: «Questa medusa è molto comune nell’alto Adriatico e probabilmente entra nei canali attraverso flussi di marea che collegano l’Adriatico alla laguna».

Il video e le foto hanno fatto il giro del mondo e sul web molti utenti hanno espresso la propria opinione: «Ho Paura che la maggior parte delle persone non guardi cosa ci sta trasmettendo la natura in questi giorni. Ho paura che la maggior parte delle persone stia solo pensando a quando toglieranno la quarantena per tornare a fare quello che faceva prima e sarà la fine…», «Ogni giorno di più appaiono i segni che la nostra attività è mortalmente nociva per tutti gli altri esseri viventi su questo pianeta», «Ecco il mondo senza gli esseri umani: pulito e bello», «Impressionante! Davvero un fantasma libero nella sua Venezia», «Questo video è arrivato fino in Francia e ha toccato il cuori di tutti», «Bellissima foto. Sarebbe interessante fare delle riflessioni».

Il fantasma di Venezia, medusa Fonte foto: Facebook
,,,,,,,