,,

Green pass, Salvini sulle parole di Draghi: "Stupito negativamente"

Il segretario della Lega ribadisce la sua contrarietà sul green pass e torna sulle parole del premier sul vaccino

Non dice di esserci rimasto male e di non voler commentare, ma sulle parole di Draghi in conferenza stampa, Matteo Salvini dichiara di essere “stupito negativamente”. Il segretario della Lega ha appena fatto il vaccino e con un’intervista al Corriere della Sera torna sulle parole del premier che durante la presentazione delle nuove misure anti-Covid, tra le quali l’obbligo del green pass, aveva detto: “L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire”. Un riferimento alle dichiarazioni del leader della Lega che sul tema aveva mandato messaggi contrastanti.

Green pass, Salvini sulle parole di Draghi: la posizione sul vaccino

Salvini racconta di aver dialogato serenamente con Draghi prima del Consiglio dei ministri e di non averlo sentito ancora da allora: “Se aveva qualche osservazione da muovermi poteva dirmelo al telefono e non attraverso una conferenza stampa».

Il giorno dopo essersi fatto fotografare mentre beve un caffè con il qr code del certificato vaccinale che spunta da sotto il braccio, il senatore taglia corto sulle polemiche: “Ma no, non scherziamo, la vaccinazione era stata prenotata per tempo, mica si può decidere dalla sera alla mattina…”.

Però non si sposta dalla sua posizione: “Io sono per la libertà di scelta. Da vaccinato non voglio imporre niente a nessuno. Se tanti hanno deciso di sottoporsi alla vaccinazione sono contento per loro. Però, stiamo attenti alle controindicazioni.”

“Gli scienziati e i governi inglese e tedesco sconsigliano il vaccino sotto i 18 anni. E ricordo che in Italia per il Covid è morto un solo ragazzo sotto i 20 anni. Poi, se il presidente Draghi vuole imporre l’obbligo vaccinale vada in Parlamento e vedremo. Io non sono d’accordo” dice, ribadendo come i vaccini anti-Covid, secondo lui, per i più giovani non sarebbero necessari.

Green pass, Salvini: “Non abbiamo i numeri per bloccare la decisione”

Nell’intervista il leader della Lega ha continuato a manifestare la sua opposizione sul green pass: “E resto contrario. Abbiamo cercato di limitare i danni che sarebbero derivati nel caso di applicazione estensiva (nei bar, sui treni, nei luoghi di lavoro). Avremmo tolto i diritti civili a 30 milioni di persone. Vedremo fra 15 giorni”.

“Il presidente ha fatto questa scelta d’intesa con Speranza. Noi avremmo agito diversamente. A differenza dei 5 Stelle che minacciano e poi non fanno nulla, noi se abbiamo qualcosa da dire lo diciamo a voce alta ma non mettiamo a rischio gli equilibri” ha aggiunto rispetto alle regole sul certificato verde.

Siamo stati gli unici ad opporsi in Consiglio dei ministri. Non abbiamo i numeri per bloccare la decisione. Abbiamo messo agli atti il nostro dissenso e adesso attendiamo di vedere come si evolverà la situazione” ha detto.

 

VirgilioNotizie | 24-07-2021 09:02

Politici, chi si è vaccinato contro il Covid e quando Fonte foto: ANSA
Politici, chi si è vaccinato contro il Covid e quando
,,,,,,,