,,

Roma, giornaliste minacciate da estremisti di destra: le reazioni

Nuovo caso di intimidazione contro dei giornalisti durante la commemorazione della strage di Acca Larentia

“Dopo l’ennesima gravissima intimidazione di esponenti di Casapound contro i giornalisti, in questo caso si è trattato di due giornaliste videomaker, che aspettano i leader della destra a prendere le distanze ed esprimere solidarietà alle croniste?”. Lo scrive su Facebook la deputata di Italia Viva Maria Chiara Gadda commentando quanto accaduto ieri a Roma, dove due giornaliste videomaker di LaPresse e di Alanews sono state aggredite da un militante di estrema destra.

Salvini e Meloni, spesso schierati al fianco del partito di estrema destra fascista, non hanno nulla da dire? Condividono le minacce fisiche a chi fa il proprio lavoro di giornalista?”, continua Gadda.

“Condividono l’atteggiamento di chi vuole impedire alla stampa di documentare appuntamenti che si svolgono in luoghi pubblici? Vediamo se dalla Lega e da Fratelli d’Italia qualcuno parlerà o continueranno a coprire i loro alleati di Casapound”.

Sulla vicenda sono intervenuti Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana: “È inaccettabile che, puntuali come la ricorrenza, alla commemorazione della strage di Acca Larentia arrivino le minacce ai cronisti impegnati a seguire la manifestazione. Chi tenta di impedire a un giornalista di svolgere il proprio lavoro attenta al diritto dei cittadini ad essere informati”.

Nei video pubblicati sui siti web delle due agenzie si vede l’uomo che si avvicina e dice: “Non le potete fare queste riprese. Adesso te la spacco, guarda che te la spacco”. In un secondo momento il manifestante colpisce la telecamera, viene poi allontanato dai presenti e alla fine del girato si vedono gli uomini delle forze dell’ordine intervenire.

“Lo scorso anno, al Verano, furono aggrediti e minacciati due cronisti dell’Espresso. Ieri è toccato alle due videomaker. Ed è solo l’ultimo caso di intolleranza nei confronti di giornalisti ‘colpevoli’ di svolgere il loro lavoro. Una situazione non più tollerabile”, concludono Lorusso e Giulietti.

“Le minacce ai danni di due giornaliste durante l’anniversario di Acca Larenzia, riprese in un video, saranno oggetto di una mia interrogazione”. Lo scrive su Facebook il deputato del Pd Emanuele Fiano.

“Non se ne può più – spiega Fiano – di questo clima di intimidazione contro il diritto di cronaca, qualunque sia il colore di chi vuole intimidire i giornalisti. In questo caso però un colore ben conosciuto, visto che parliamo del vicepresidente di Casapound Andrea Antonini, ex consigliere municipale, che avvicinandosi a due giornaliste presenti alla commemorazione del 42esimo anniversario di Acca Larenzia, minaccia e prova a distruggere la videocamera che filmava una pubblica manifestazione”.

VIRGILIO NOTIZIE | 08-01-2020 20:13

acca Fonte foto: Ansa
,,,,,,,