,,

Documenti segreti ai russi, ecco come è stato incastrato Biot

Walter Biot, il militare italiano arrestato per spionaggio, era in contatto con i russi da almeno cinque mesi

Era in contatto con i russi da cinque mesi Walter Biot, l’ufficiale della Marina militare italiana arrestato in flagranza di reato per spionaggio mentre vendeva documenti classificati a un agente di Mosca. Lo rivela l’ordinanza di custodia cautelare firmata dal giudice che ha aperto le porte del carcere per il militare.

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, Biot era stato reclutato dai russi cinque mesi fa. Ad avvicinarlo durante un ricevimento all’ambasciata russa era stato Dmitrij Ostroukhov, il diplomatico che lo ha pagato 5.000 euro per farsi consegnare i file segreti della Difesa.

Dietro le azioni del militare italiano ci sarebbero le difficoltà economiche della famiglia. Una vulnerabilità che l’agente di Mosca ha saputo sfruttare per reclutarlo.

Biot, come è stato incastrato

Gli agenti del controspionaggio dell’Aisi, l’Agenzia per la sicurezza interna, notano però il comportamento sospetto di Ostroukhov e iniziano a monitorarlo. Scoprendo che incontra più volte Biot, sempre con le stesse modalità.

Il russo prende la metropolitana fino all’Eur, poi in autobus arriva a Spinaceto, periferia sud della Capitale. Dopo alcuni giri a piedi per controllare di non essere pedinato sale sull’auto di Biot, che l’attende, e insieme si fermano nel parcheggio di un supermercato.

Nella macchina del capitano della Marina però ci sono cimici e telecamere piazzate dagli investigatori. Come anche nel suo ufficio alla Stato Maggiore di Difesa. Ed è proprio un video registrato all’interno dell’ufficio ad incastrare Biot.

Una telecamera piazzata dai carabinieri del Ros lo riprende il 25 marzo scorso mentre con lo smartphone scatta una serie di foto allo schermo del computer. Poi estrae la schedina dal telefono e la nasconde in una scatola.

Vedendo quelle immagini gli investigatori capiscono che Biot a breve consegnerà i file segreti al russo, e attivano la magistratura. Scatta quindi la trappola per l’ultimo appuntamento tra i due, fissato per martedì scorso.

Ad aspettarli all’incontro ci sono i carabinieri del Ros, che assistono e intervengono non appena viene effettuato lo scambio. Ostroukhov viene trovato in possesso della schedina con le immagini top secret, Biot con un valigetta con all’interno 5.000 euro in contanti.

VirgilioNotizie | 02-04-2021 09:39

carabinieri Fonte foto: 123RF
,,,,,,,