,,

Crotone, parroco celebra la messa sulla spiaggia: in acqua al mare con materassino al posto dell'altare

Le parole critiche della Curia calabrese nei confronti della scelta di don Bernasconi e la difesa del 36enne: come sono andate le cose

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

È successo a Crotone. Don Mattia Bernasconi, viceparroco 36enne della della parrocchia di San Luigi Gonzaga di Milano (vicino a Porta Romana) ha celebrato una messa all’aperto. Nulla da obiettare, se il luogo scelto non fosse stato una spiaggia in località Alfieri, in Calabria.

Il trentenne era in trasferta con alcuni ragazzi per partecipare a un incontro di Libera.

Prete celebra la messa in acqua: la dinamica e cosa è successo di preciso

L’idea è arrivata al parroco dopo aver constatato che la pineta del campeggio era occupata: l’ecclesiastico avrà considerato un’alternativa valida santificare la festa – era infatti domenica – a mollo nell’acqua del mare, dopo aver sostituito con un materassino l’altare, la stola con un costume da bagno.

La scelta, amata dai giovani che erano con il 36enne, non è stata accolta bene, però, dalla Curia calabrese, che ha richiamato l’officiante. Al Corriere della Sera, che ne ha raccolto le dichiarazioni, Mattia – uno dei giovani fedeli – ha detto che “è stato bellissimo”, anche se ci si è scottati.

Messa in spiaggia su un materassino, il richiamo della curia a Don Mattia Bernasconi

Di diversa opinione la Curia, che ricordato che la celebrazione eucaristica e, in generale, “la celebrazione dei sacramenti” possiede “un suo linguaggio particolare, fatto di gesti e simboli”, che va quindi rispettato, sia da parte dei fedeli, sia da parte “dei ministri ordinati”, evitando di “rinunciarvi con troppa superficialità”.

Messa al mare in Calabra ad Alfieri (Crotone), la difesa del parroco 36enne

Al Corriere della Sera, che lo ha intervistato, Don Mattia Bernasconi ha spiegato essersi trattato di una situazione di emergenza (“Faceva molto caldo – ha spiegato – così ci siamo detti: perché non in acqua?”) e di non aver inteso, con la sua scelta, offendere nessuno.

Non lo rifarei”, ha poi ammesso nell’intervista. “Mi rimprovero forse un po’ di ingenuità: la cosa è stata fraintesa, forse anche giustamente. Però una signora mi ha ringraziato, dicendomi che si era sentita raggiunta dalla Chiesa anche in spiaggia”.

“Ogni luogo va bene per diffondere il verbo del Signore”, ha quindi concluso Don Bernasconi.

spiaggia ombrelloni Fonte foto: ANSA
,,,,,,,