,,

Coronavirus, Sgarbi furioso in aula: "Tutto ridicolo e grottesco"

Durante la dichiarazione di voto, Sgarbi ha parlato di "procurato allarme" e ha subito un richiamo

Sul decreto legge per l’emergenza coronavirus c’è il via libera dell’Aula della Camera. Il testo, come riporta Ansa, è stato approvato a Montecitorio con 462 voti a favore e due contrari. Ora il decreto passerà al Senato. Uno dei due voti contrari al decreto è di Vittorio Sgarbi, che si è reso protagonista di un piccolo sipario durante la dichiarazione di voto.

“Chi vota a favore di questo decreto sarà responsabile di complicità in procurato allarme“, ha detto Sgarbi, per il quale “è tutta una finzione”.

“Un decreto voluto da un presidente nato dal nulla – ha attaccato il deputato – che per forza però deve dare la dimostrazione di essere più bravo di Fontana e Zaia, è tutto ridicolo, grottesco, un procurato allarme che meriterà un esposto alla corte costituzionale per dire: ‘Hanno mentito governo, regioni e stampa'”.

E ancora: “Una situazione di pericolo che non c’è. Ve ne do un esempio. La più grande comunità di cinesi non sta a Codogno ma a Prato e la Toscana non ha un solo in pericolo perché dei 2500 cinesi, 1500 sono stati messi in un albergo e tenuti sotto protezione per volontà del governo comunista”.

“E quindi – ha proseguito alzando i toni Sgarbi –  dove è il pericolo per chiudere scuole, musei e teatri? Questa è una violenza contro la cultura, la civiltà, il buon senso. E noi votiamo questo?”.

“Chi vota sarà responsabile di essere stato complice di procurato allarme, di una grande finzione, di una presa per il c..lo del mondo”

Sgarbi ha poi provocato la dura reazione dei colleghi quando ha parlato di semplici “morti per influenza” e si è espresso in modo colorito sulle vittime del virus. “La peste non c’è e siete caduti nella trappola di Salvini – ha aggiunto -, lo avete rincorso e ve lo ha messo…”, ha concluso, e per questo è stato richiamato dal presidente Fico.

Il leader della Lega Matteo Salvini, intanto, ha chiesto un incontro al Capo dello Stato Sergio Mattarella.

Coronavirus, informativa urgente alla Camera

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha poi parlato nel corso di un’informativa urgente alla Camera, come riporta Ansa: “Oggi serve una relazione stretta tra governo e Parlamento capace di superare i vincoli ordinari tra maggioranza e opposizione, tutto il paese deve rispondere e non una parte, ma la Repubblica nel suo complesso”.

“Sono due i focolai e nessuna prova del paziente zero”, ha aggiunto. “I primi riscontri dimostrano che ci sono stati due focolai, uno più vasto in Lombardia, uno in Veneto e da questi derivano gli altri casi”.

Il nuovo coronavirus “ci preoccupa – ha precisato – perché ad un tasso basso di letalità corrisponde un tasso alto di contagio che potrebbe colpire la popolazione più debole e anziani e sovraccaricare i presidi sanitari, quindi bisogna limitare la diffusione del contagi e l’isolamento dei contagiati è l’unica strada che garantisce la riduzione della diffusione virus”.

“L’Italia è più forte del coronavirus”, ha concluso. “Nelle prossime settimane sarà decisivo il comportamento individuale di ognuno di noi: seguire le regole di igiene e dell’Iss è fondamentale per vincere questa sfida”.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-02-2020 09:00

Milano, psicosi coronavirus: market svuotati e assalto mascherine Fonte foto: Ansa
Milano, psicosi coronavirus: market svuotati e assalto mascherine
,,,,,,,