,,

Coronavirus: Azzolina contro Salvini. La situazione nelle scuole

La ministra all'Istruzione Lucia Azzolina ribadisce: "Non abbiamo un'emergenza per le scuole"

“C’è una circolare del ministero della Salute che spiega tutti i casi punto per punto. Io mi sento di tranquillizzare gli studenti e le famiglie: la scuola resta un luogo di inclusione per cui se non ci sono situazioni come quelle che qualcuno ha descritto a scuola si va”.

Così la ministra all’Istruzione Lucia Azzolina sulla richiesta di quattro Regioni del Nord di applicare l’isolamento per gli studenti che rientrano dalla Cina. “Non abbiamo un’emergenza per le scuole”, dice a margine di un incontro a Torino.

Matteo Salvini ha commentato la richiesta di isolamento. “Quando c’è di mezzo la salute dei cittadini, possono avere 10 anni o 80 anni sono cautela ovvie”.

Cosa dice la circolare

Gli studenti che sono arrivati in Italia dalla Cina e che non presentano i sintomi del coronavirus potranno andare regolarmente a scuola. Lo dispone una circolare predisposta del Ministero della Salute e diramata dal Ministero dell’Istruzione agli Uffici Scolastici Regionali.

La circolare prevede, in particolare, che per gli studenti universitari rientrati dalla Cina nelle ultime 2 settimane, occorra “monitorare la eventuale insorgenza di sintomi come tosse, febbre, difficoltà respiratorie; in caso di insorgenza di sintomi chiamare il 1500 o i centri regionali di riferimento; proteggere le vie aeree con mascherina; evitare contatti stretti fino alla definizione della situazione sanitaria”.

Queste indicazioni valgono anche per i bambini e i ragazzi che frequentano le scuole primarie e secondarie. Per loro, in più, la circolare prevede che il personale scolastico, docenti e non, “presti particolare attenzione a favorire l’adozione di comportamenti atti a ridurre la possibilità di contaminazione con secrezioni delle vie aeree, anche attraverso oggetti (giocattoli, matite, etc.)”.

VIRGILIO NOTIZIE | 04-02-2020 11:45

Coronavirus, perché è pericoloso: quello che c'è da sapere Fonte foto: ANSA
Coronavirus, perché è pericoloso: quello che c'è da sapere
,,,,,,,