,,

Catanzaro, sequestrato e torturato un ragazzo per questioni amorose: è grave, quattro persone arrestate

Le quattro persone sono accusate di tortura, lesioni personali aggravate, sequestro di persona, violenza privata, rapina: il ragazzo è grave

Pubblicato il:

Hanno sequestrato e brutalmente torturato un loro conoscente per questioni amorose. È successo a Catanzaro, dove polizia  ha arrestato quattro persone accusate di aver sequestrato e seviziato un ragazzo, procurandogli ferite molto gravi.

Le gravissime accuse

La Squadra Mobile della Questura di Catanzaro, riferisce l’agenzia Adnkronos, supportata in fase esecutiva dai Reparti Prevenzione Crimine “Calabria” di Vibo Valentia e Cosenza, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Catanzaro nei confronti di 4 soggetti.

I quattro sono gravemente indiziati, a vario titolo, dei delitti di tortura, di lesioni personali aggravate, sequestro di persona, violenza privata, detenzione illegale di arma comune da sparo, rapina, reati tutti aggravati dall’utilizzo del metodo mafioso.

Il movente

Alla base del sequestro ci sarebbe la presunta relazione amorosa della vittima con la compagna di una delle quattro persone arrestate.

Il provvedimento cautelare si fonda sulle indagini svolte dalla Squadra Mobile di Catanzaro, dirette e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia, a seguito di una brutale aggressione avvenuta, in due distinte fasi, nelle giornate del 26 e 27 ottobre scorsi, nel quartiere nord di Catanzaro. Gli aggressori farebbero parte di una banda criminale.

La vittima conosceva uno dei suoi aggressori

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la vittima aveva rapporti di frequentazione di lunga data con i suoi torturatori.

poliziaFonte foto: 123RF
Sequestrato e torturato violentemente per una vicenda amorosa

Il ragazzo è stato accusato dai quattro di aver avuto una relazione con la compagna di uno di loro: è stato poi sottoposto ad un violento interrogatorio svoltosi in località Cavaglioti, venendo malmenato e minacciata con una pistola.

Il giorno successivo, la vittima è stata condotta nel medesimo luogo, dove ha subito una violentissima tortura, tanto da ridurre il ragazzo in fin di vita.

Le quattro persone arrestate avrebbero inoltre minacciato i familiari della persona offesa affinché non sporgessero denuncia.

Sempre sul fronte della cronaca nera riguardante la città di Catanzaro, nella notte tra il 21 e il 22 ottobre, è scoppiato un incendio in una palazzina di via Caduti 16 marzo 1978. Drammatico il bilancio: tre morti e quattro feriti.

A Reggio Calabria, lo scorso 23 dicembre, un uomo già noto alle forze dell’ordine è stato ucciso a sangue freddo mentre era a bordo della sua auto: poco dopo l’agguato l’assassino si è costituito.

Polizia Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,