,,

Brescia, operaio schiacciato da un macchinario: due morti sul lavoro anche a Vicenza e Napoli

Prosegue la piaga delle morti sul lavoro: tre decessi a Brescia, Vicenza e Napoli, due operai gravi anche a Milano

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Un operaio è morto in un’azienda agricola di Bedizzole, in provincia di Brescia. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo sarebbe rimasto incastrato in un macchinario: i soccorritori sarebbero riusciti a estrarlo quando era già deceduto.

Bedizzole, operaio muore schiacciato da un macchinario

L’incidente è avvenuto intorno alle 11:30 in via Fusina a Bedizzole, nel Bresciano.

Al momento non si conoscono le generalità dell’operaio morto sul lavoro: sul posto i carabinieri e i tecnici del lavoro dell’Asst del Garda.

Operaio morto a Napoli: caduto dal tetto della piscina comunale

Un altro operaio è invece morto giovedì 12 maggio: il giorno prima era caduto dal tetto della piscina comunale di Secondigliano, durante un sopralluogo. Un volo di circa 10-12 metri.

Si tratta di Walter Carbone, un 48enne di Volla: lascia moglie e due figli.

ull’evento indagano i carabinieri della compagnia Napoli Stella.

Operaio morto folgorato a Vicenza

Qualche ora prima un operaio di 50 anni era morto all’ospedale di Vicenza dopo essere stato folgorato da un cavo dell’alta tensione alle Acciaierie Beltrame.

L’incidente, riportato dal Corriere del Veneto, era avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 11 maggio.

Colpito dalla scarica, l’uomo era andato in arresto cardiaco: soccorso con il defibrillatore era stato trasportato d’urgenza nel reparto di Rianimazione, morendo poco dopo.

Secondo una prima ricostruzione, l’operaio – dipendente di una ditta esterna alle acciaierie – stava manovrando nel piazzale esterno dello stabilimento una gru, il cui braccio avrebbe accidentalmente toccato il cavo ad alta tensione.

A soccorrerlo dopo la scarica erano stati alcuni colleghi che avevano prontamente chiamato i soccorsi.

Due operai gravi a Milano

Incidenti sul lavoro anche a Milano, dove due operai sono rimasti feriti in modo grave in due incidenti diversi.

Prima delle 9:30 un muratore, impegnato in un cantiere al 18° piano in via Eritrea, nella periferia Nord della città, è caduto sul pavimento e si è procurato una profondissima ferita dall’addome alla schiena: il 42enne è stato portato, cosciente, all’ospedale Niguarda.

È invece stato trasportato all’ospedale San Raffaele un operaio di 45 anni che intorno alle 11 era rimasto schiacciato sotto un macchinario di oltre 300 chilogrammi in un’azienda di Caleppio di Settala: ha riportato traumi da schiacciamento al torace e alla schiena.

operai-morti-sul-lavoro Fonte foto: 123RF
,,,,,,,