,,

Accoltellata mentre faceva jogging: Marta è sveglia dopo il coma

Si è risvegliata dal coma la 26enne accoltellata da un 15enne a Marocco di Mogliano Veneto, ma i medici non la considerano ancora fuori pericolo

“Dove sono i miei genitori?”, ha chiesto ai medici e agli infermieri Marta Novello dopo essersi risvegliata. Per poi vedere mamma Chiara e papà Luigi accanto a sé, commossi. La 26enne si è risvegliata dal coma dopo due interventi chirurgici e 48 ore dopo essere stata accoltellata da un 15enne mentre faceva jogging vicino alla sua abitazione a Marocco, località di Mogliano Veneto, in provincia di Treviso. Ne dà notizia Il Messaggero.

Il movente dell’aggressione resta avvolto nel mistero. Gli inquirenti stanno passando al setaccio il telefono cellulare e il computer dell’adolescente, che da lunedì è in stato di fermo in carcere minorile con la grave accusa di tentato omicidio. Tra le ipotesi più accreditate c’è quella che dietro al reato ci sia una tentata rapina. Ma i dubbi sono tanti.

Accoltellata mentre faceva jogging: è ancora giallo a Marocco di Mogliano

A non tornare agli investigatori, ad esempio, è l’estrema violenza con cui il 15enne ha portato avanti il gesto, con ben venti fendenti. Troppi e troppo precisi per essere un attacco a una vittima casuale.

Il legale Matteo Scussat, che difende il 15enne, ha dichiarato al Messaggero che “quale che sia il movente e l’evento scatenante, modalità e circostanze dell’azione fanno pensare ad un disagio, a un disturbo che andrà indagato”. Non è escluso che venga richiesta una perizia psichiatrica per il ragazzo, considerando che la linea difensiva sembrerebbe puntare sull’incapacità di intendere e di volere, o almeno sulla malattia psichica.

Accoltellata mentre faceva jogging: come sta la vittima Marta Novello

Marta Novello ha riportato “diverse lesioni al torace” al seguito delle quali ha sviluppato bilateralmente uno “pneumotorace“, ovvero la presenza di aria nello spazio pleurico, come ha spiegato il dottor Stefano Formentini, direttore della Ulss 2 Marca Trevigiana a Ore 14, il programma condotto da Milo Infante su Rai 2.

Dunque “una importante ferita all’addome, tanto che è stata eseguita una laparotomia esplorativa per accertare eventuali complicanze interne. Diversi tagli al volto e in altre parti del corpo sono stati suturati dai chirurghi plastici. Poi è stato effettuato un intervento al terzo dito della mano destra per la lesione del tendine, una tipica ferita da difesa”, ha aggiunto il medico.

Dai segni sul suo corpo, sembra chiaro che Marta avrebbe cercato di proteggersi con le mani, senza riuscire a parare i 20 colpi inferti dal 15enne con un coltello da cucina, una lama lunga una decina di centimetri.

Accoltellata mentre faceva jogging: i timori dei medici per Marta

“Medici e infermieri sono rimasti  molto colpiti, per l’efferatezza e per la giovane età. Questa ragazza potrebbe essere nostra figlia“, ha raccontato ancora il direttore dell’azienda sanitaria in collegamento con la trasmissione Rai.

Ad aggravare le sue condizioni c’è il fatto che la 26enne accoltellata mentre faceva jogging “è rimasta per lunghi minuti in un fossato con acqua stagnante“, esposta “al rischio di infezioni. Per questo l’attenzione rimane alta, malgrado la soddisfazione per il risveglio, un po’ agitato come è normale che sua in conseguenza di simili traumi fisici e psichici”.

VirgilioNotizie | 25-03-2021 07:50

ambulanza Fonte foto: ANSA
,,,,,,,