,,

Zalone da Giordano ma è un siparietto, Sgarbi parla di Tolo Tolo

A Fuori dal Coro il giornalista si inventa uno Zalone tutto suo ospite in studio

Può piacere o non piacere, stare simpatico o meno. Sicuramente Mario Giordano riesce in un modo o nell’altro a far parlare di se e della sua trasmissione. Ci è riuscito anche ieri portando nella prima puntata dell’anno, in maniera originale e provocatoria, il tema delle polemiche su Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone che sta sbancando il botteghino.

Cosa si è inventato Mario Giordano. Dal momento che Luca Medici, in arte Checco Zalone, ha evitato e sta evitando il tour promozionale in tv per il suo film, centellinando le sue presenze, di fatti lo si è visto solo da Fiorello su RaiPlay, il conduttore di Fuori dal Coro ha pensato bene di portarlo lo stesso in trasmissione.

Checco Zalone c’è ma… Mario Giordano, nell’aprire l’argomento sulle critiche al film Tolo Tolo presenta ospite Luca Medici. Ovviamente non c’è Zalone in studio ma sulla poltrona compare un sosia inquadrato di spalle che durante il blocco della trasmissione, mentre gli altri ospiti parlando del film e delle critiche politiche da destra e sinistra, prova a imitare i tic dell’attore e del personaggio. Una trovata… alla Giordano appunto.

Tra gli ospiti, veri, c’è anche Vittorio Sgarbi che ha detto la sua sul film Tolo Tolo: “È cambiata l’Italia e sono cambiati gli italiani, ma Zalone corrisponde a una tipologia che gioca con gli italiani e i loro vizi, come faceva Sordi. Zalone – ha aggiunto Sgarbi – prima parlava male dei meridionali essendo uno di loro, si sente uno che si è riscattato dal meridione”.

In studio c’è anche Ignazio La Russa che è stato molto critico sul film e che rincara la dose: “Il trailer non c’entra niente col film. Dopo gli 8,7 milioni del primo giorno, gli incassi quotidiani sono sempre scesi per via del passaparola”.

VIRGILIO NOTIZIE | 08-01-2020 10:01

zalone-giordano Fonte foto: Screenshot Mediaset
,,,,,,,