,,

Coronavirus: un'italiana ricoverata a Bari, positiva a micoplasma

Nessuna allerta internazionale per l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ma aumentano i casi

L’Organizzazione mondiale della sanità, a margine del vertice di esperti che si è riunito per discutere del virus 2019-nCoV non ha dichiarato lo stato di emergenza internazionale, perché “è troppo presto” e sono troppi pochi i casi del virus confermati al di fuori della Cina. Ne dà notizia l’Ansa. Intanto emergono nuovi dettagli sulla cantante italiana che potrebbe aver contratto il virus durante un tour in Cina.

“In base agli esami microbiologici effettuati è stata individuata una positività per micoplasma. Tale diagnosi è clinicamente compatibile con la sintomatologia presentata dalla paziente e non dissimile dalla malattia causata dal coronavirus. Si resta in attesa comunque degli ulteriori accertamenti in corso per la precisazione diagnostica definitiva“, ha fatto sapere in una nota il Policlinico di Bari.

Acunte tipologie di micoplasma sono responsabile di gravi forme di polmonite, proprio come il nuovo virus 2019-nCoV scoperto in Cina. Per avere la conferma che la cantante barese non sia stata infettata dal terribile morbo di Wuhan, bisognerà comunque aspettare nuovi esami.

La donna, ricoverata a Bari con il sospetto di un’infezione da coronavirus, sarebbe in buone condizioni. Lo hanno fatto sapere fonti vicine al Policlinico di Bari all’Ansa. La signora, di ritorno da un viaggio in cui ha visitato la provincia di Hubei, dove si trova la città epicentro dell’epidemia, ovvero Wuhan, presenta sintomi tipici dell’influenza: lieve stato febbrile e tosse.

Una volta tornata a Bari, e con la comparsa dei primi segni di una malattia, si è allarmata per le notizie apprese dalla stampa sul misterioso virus proveniente dalla Cina, e ha deciso di rivolgersi all’ospedale, dove è stata attivata la procedura prevista dal Ministero della Salute, cioè l’isolamento della paziente, e i protocolli di sicurezza per il personale sanitario.

Il Ministero, si apprende dall’Ansa, valuterà se sottoporre a sorveglianza epidemiologica tutti coloro che erano sul suo stesso aereo e che sono entrati in contatto con la paziente, per monitorare un possibile sviluppo degli stessi sintomi. I campioni biologici della paziente ricoverata a Bari saranno analizzati nell’istituto Spallanzani di Roma e l’esito potrebbe arrivare in un paio di giorni.

“In data odierna l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico di Bari ha segnalato agli organi competenti un caso di sospetta infezione da coronavirus 2019-nCov. Sono state adottate tutte le procedure di prevenzione previste. La paziente si trova attualmente in isolamento respiratorio e da contatto presso il reparto di Malattie infettive e sta ricevendo le cure necessarie in attesa di conoscere gli esiti degli esami diagnostici di conferma”, si legge in una nota dell’ospedale.

È salita a 26 la conta delle vittime della polomonite virale in Cina, e altri casi di contagio sono stati segnalati in Scozia e Irlanda, dove 6 cittadini cinesi, arrivati con un volo da Wuhan, sono stati ricoverati per sintomi sospetti. Rientrato invece il caso di una donna in Francia, che presentava sintomi analoghi a quelli del coronavirus.

VIRGILIO NOTIZIE | 24-01-2020 07:01

Coronavirus, perché è pericoloso: quello che c'è da sapere Fonte foto: Ansa
Coronavirus, perché è pericoloso: quello che c'è da sapere
,,,,,,,