,,

Vende Pokemon per bitcoin, milionario a 21 anni: la storia

Da rifugiato a milionario: la favola contemporanea di un 21enne curdo-iracheno che ha guadagnato migliaia di euro vendendo Pokemon per bitcoin

Un profugo curdo-iracheno è diventato multimilionario a soli 21 anni vendendo Pokemon in cambio di bitcoin. La storia ha dell’incredibile ma è più che documentata, come riferisce il settimanale svizzero Le Matin Dimanche. Protagonista di questa favola contemporanea è Dadvan Yousuf, che a 3 anni, nel pieno della Guerra del Golfo, è stato costretto a fuggire dalla sua patria, il Kurdistan, assieme ai genitori.

Un viaggio fatto in parte in auto, in parte in nave, poi a piedi e con altri mezzi di fortuna: alla fine la famiglia Yousuf ha trovato pace in Svizzera, dove ha ottenuto per tutti i membri, lo statuto di rifugiata.

In terra elvetica i Yousuf si sono stabiliti a Bienne, nel Canton Berna. “Eravamo poveri, non ci potevamo mai concedere un giorno di vacanza, io avrei tanto voluto un paio di sneakers ma dovevo accontentarmi di guardare quelle degli altri”, ha raccontato il 21enne a Le Matin Dimanche. L’incontro con la testata è avvenuto al Dolder, un hotel di lusso, 5 stelle, di Zurigo.

Nell’albergo il ragazzo è di casa. Oggi non ha alcun problema economico: il senso degli affari lo ha sempre avuto, come se fosse una dote innata. A 11 anni, Dadvan aveva una collezione di Pokemon e l’ha venduta, chiedendo al suo babbo di comprargli 10 unità di Bitcoin, al costo di 15 euro l’uno.

Ma perché Yousuf voleva proprio i bitcoin? “Mandavamo soldi in Kurdistan, ai parenti rimasti laggiù, ed ero stupito dalla lentezza del trasferimento del denaro. Così ho scoperto i Bitcoin, che si potevano accreditare istantaneamente e senza spese”.

“Mio padre – spiega – mi ha dato del matto, ma gli ho dimostrato, in breve tempo, che avevo ragione, visto che i primi Bitcoin che ho comprato, vendendo i Pokemon, oggi valgono 600 mila euro”.

Il giovanotto non si è fermato ed ha fatto altri affari. Ora, a 21 anni, se volesse potrebbe smettere di lavorare. “Ha già accumulato così tanti milioni da non dover più aver bisogno di lavorare”, ha reso noto il quotidiano Tages Anzeiger di Zurigo.

Yousuf attualmente gestisce le sue attività a Zugo, il Cantone dove molte ditte si rifugiano per gli allettanti forfait fiscali offerti. “A Zugo abbiamo sviluppato un programma informatico in grado di prevedere la volatilità delle monete”, conclude il ragazzo.

VirgilioNotizie | 18-04-2021 22:00

pokemon-bitcoin Fonte foto: ANSA
,,,,,,,