,,

Uganda, la ministra ferma il matrimonio di una bimba di 9 anni: costretta dalla famiglia in cambio di bestiame

In Uganda la ministra Peace Mutuuzu ha interrotto il matrimonio combinato di una bambina di 9 anni: "Fenomeno dilagante"

Pubblicato il:

Il matrimonio di una bambina di 9 anni, in Uganda, è stato fermato grazie all’intervento della ministra per le Politiche di Genere Peace Mutuuzo, come quest’ultima ha annunciato pubblicamente. La bimba, a Sembambule, sarebbe dovuta convolare a nozze in cambio di bestiame.

Uganda, la ministra salva una bambina di 9 anni dal matrimonio

Per Peace Mutuuzo non si tratta del primo intervento per scongiurare i matrimoni cui sono obbligate tante bambine in cambio di bestiame.

L’ultimo intervento è avvenuto a Sembambule, nell’Uganda centrale, dove all’interno dell’abitazione di una bambina di 9 anni era stato organizzato un matrimonio in cambio di bestiame.

BambinaFonte foto: iSTOCK
Uganda, la ministra Peace Mutuuzu ha interrotto il matrimonio combinato per una bambina di 9 anni in cambio di bestiame

La ministra per le Politiche di Genere lo ha raccontato venerdì 25 novembre durante un incontro organizzato a Kampala dal ministero per parlare delle questioni di genere.

Le sue parole: “Il matrimonio era in corso a casa dei genitori della ragazza a Sembambule. Qualcuno me lo ha riferito. Sono andata immediatamente lì e ho interrotto il matrimonio, e ho chiesto alla polizia di intervenire”.

Il matrimonio dei minorenni secondo la Costituzione

Peace Mutuuzo ha chiesto l’intervento della polizia in quanto in Uganda il matrimonio è consentito solamente ai cittadini al di sotto dei 18 anni.

Prima dei 18 anni si è considerati bambini. Secondo la Costituzione dell’Uganda del 1995 e il Children Act del 2016, quindi, la bambina non aveva l’età legale per contrarre matrimonio che, in ogni caso, deve avvenire con il libero consenso delle due parti.

La ministra Mutuuzo ricorda che le bambine vengono offerte in matrimonio in cambio di bestiame specialmente nelle comunità pastorali ed è “un fenomeno dilagante nel Paese”.

I casi in Italia

I matrimoni obbligati per le minori sono un fenomeno preoccupante anche in Italia.

Solamente pochi giorni fa, il 27 novembre, a Roma sono stati arrestati i genitori di una 14enne tenuta in schiavitù e promessa in matrimonio a uno sconosciuto.

Recentemente l’opinione pubblica è rimasta sconvolta dalla svolta nel caso di Saman Abbas, che aveva rifiutato il matrimonio combinato in Pakistan.

TAG:

bambina-orsacchiotto Fonte foto: iSTOCK
,,,,,,,,