,,

La madre delle sorelline picchiate a Bellona: "Erano le streghe"

II racconto della migliore amica della donna arrestata con il marito per le presunte violenze sulle figlie di 3 anni e 6 mesi

La madre delle sorelline picchiate a Bellona, vicino a Caserta, si giustificava dicendo: “È colpa di queste streghe“, personaggi che sarebbero  intervenuti di notte, dopo che le piccole erano state messe a dormire. È quanto riferisce la migliore amica della stessa mamma, Anna, 32 anni, intervistata oggi a Mattino Cinque. Nei servizi mandati in onda dalla trasmissione, parlano, prima di lei, un paio di vicini di casa di Anna e Vincenzo, i genitori oggi arrestati per le presunte violenze alle figlie di 6 mesi e 3 anni.

“Sono persone umili come me – dice un vicino – sento dire che giocassero con le macchinette, ma a me sembra molto strano”. “Si tratta di una brava ragazza – il commento di una signora del paese – Amava le figlie. Di sicuro, davanti a me non le ha mai picchiate”. La testimonianza più lunga rilasciata all’inviato Guglielmo Mastroianni è quella della giovane che viene definita la migliore amica di Anna, che racconta di avere visto, più volte, graffi su di lei e lividi ad almeno una bambina. Dei propri graffi, riferisce l’amica, Anna diceva essere dovuti al fatto che il marito la picchiava. Sui lividi, la madre chiedeva aiuto all’amica: “Sono queste streghe che la prendono di notte. Io la metto giù pulita”.

Risale a gennaio la scoperta delle ferite della bambina piccola, ricoverata, a sei mesi, all’ospedale, con quelli che i medici, come riferito ancora in un servizio odierno, avevano subito inquadrato come “danni da scuotimento”. Da lì è partita una indagine che, però, riferisce l’inviato, ha potuto contare anche sulla relazione di una maestra della scuola d’infanzia della sorella grande, 3 anni, che si era confidata con la stessa.

VirgilioNotizie | 02-05-2019 11:31

sorelline-bellona-amica-mamma Fonte foto: Mediaset
,,,,,,,