,,

Scuse del carabiniere al presidente Sergio Mattarella: "Frase stupida, sono mortificato: è il mio simbolo"

Il maresciallo capo dei carabinieri chiede scusa per le sue parole su Mattarella mentre il mondo della politica si scaglia contro di lui

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Il carabiniere che ha rinnegato il presidente Sergio Mattarella nel corso di una manifestazione pro Palestina a Milano nel pomeriggio di sabato 27 gennaio chiede scusa. Dopo essere stato trasferito dall’Arma dopo lo scandalo montato sui social, l’uomo si è detto mortificato per quanto avvenuto.

Le scuse del carabiniere contro Mattarella

Un vero e proprio polverone si è alzato contro il carabiniere che, a favore di telecamera, sabato pomeriggio aveva rinnegato il presidente Sergio Mattarella. “Non è il mio presidente, non l’ho votato io”, aveva detto all’attivista Franca Caffa, che era rimasta esterrefatta alle parole del 54enne maresciallo capo.

Ma dopo le critiche e il trasferimento deciso dall’Arma, il carabiniere ritratta e chiede scusa.

È il mio simbolo. Mi sono ritrovato a dire una frase stupida e non pensata veramente, sono mortificato

Il tentativo di proteggere Franca Caffa

Ma chiedendo scusa, il carabiniere ha anche spiegato che il suo obiettivo iniziale era quello di far spostare quanto prima Franca Caffa dal gruppo di manifestanti. Gli uomini dell’Arma, infatti, avevano programmato una carica per cercare di far disperdere i manifestanti, dato che “la situazione in piazza si stava scaldando”.

“Chiedo scusa, la mia priorità era togliere una signora anziana da problemi causati da eventuali cariche” le parole del carabiniere, che forse non sapeva di avere davanti la storica attivista che, dopo il clamore del caso, lo ha accusato di mancanza di coscienza.

Il maresciallo capo dei carabinieri chiede scusa per le sue parole su Mattarella mentre il mondo della politica si scaglia contro di luiFonte foto: ANSA

La rabbia della politica

E intanto la politica si schiera al fianco di Sergio Mattarella e punta il dito contro il maresciallo capo 54enne che si è reso protagonista dell’uscita infelice contro il presidente della Repubblica.

Tra i primi a chiedere provvedimenti contro il carabiniere c’è Matteo Renzi, leader di Italia Viva, che ha chiesto “provvedimenti nei confronti di questo carabiniere” al comandante dei carabinieri Teo Luzi.

“Che un carabiniere, investito di una funzione al servizio dei cittadini e dello Stato, si esprima in questi termini nei confronti del Presidente della Repubblica è inconcepibile” ha detto invece Piero Fassino, vicepresidente della commissione difesa alla Camera.

“Un brutto spettacolo” per il capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale lombardo Pierfrancesco Majorino.

mattarella_carabiniere_scuse Fonte foto: ANSA/Instagram
,,,,,,,,